Categorie
Salute

Alzheimer, 7 modi per allontanarlo: sport, vitamina B12 ed E…

ROMA – Alzheimer, il 21 settembre è la giornata mondiale contro questa patologia neurodegenerativa che colpisce 44 milioni di persone nel mondo. E le previsioni parlano di cifre in aumento: nel 2030 si prevede che i malati di Alzheimer saranno 80 milioni, secondo i dati del Global Report 2014.

Ma se il rischio di ammalarsi è alto cercare di prevenirlo non è tanto difficile come si potrebbe credere. Basta partire dalla vita quotidiana. La demenza di Alzheimer, infatti, è in parte di origine genetica e in parte causata da fattori ambientali, e quindi prevenibili.

I ricercatori dell’Università di Cambridge hanno individuato sette principali fattori di rischio: obesità, fumo, diabete, ipertensione, depressione, sedentarietà, scarsa attività intellettuale.

Ci sono, però, altrettanti accorgimenti che si possono prendere per limitare il rischio di ammalarsi di Alzheimer. Mariapaola Salmi su Repubblica li elenca.

  1. Ridurre i grassi saturi e i grassi trans-insaturi nella propria alimentazione. I primi si trovano nei latticini, nella carne e in alcuni olii, come quelli di cocco e di palma. I secondi in molti snack e merendine, dove sono indicati come “oli parzialmente idrogenati”.
  2. Mangiare molti alimenti di origine vegetale, cioè frutta, verdura, legumi, frutta, cereali integrali.
  3. Assumere 15 milligrammi di vitamina E dagli alimenti ogni giorno. Questa vitamina si trova in semi, frutta secca, verdure a foglia verde e cereali integrali.
  4. Assumere un integratore con vitamina B12 ogni giorno. La dose quotidiana raccomandata è di 2,4 microgrammi al giorno.
  5.  Evitare integratori e complessi multivitaminici nei quali sono presenti ferro e rame oltre la dose giornaliera consigliata, che è di 8 mg di ferro per l’uomo e 18 mg per la donna e di 1 milligrammo per il rame. Da limitare, quindi, frutti di mare e fegato bovino, che sono ricchi di rame.
  6. Scegliere prodotti senza alluminio, anche per cucinare ma non solo: attenzione, quindi, alle pentole, agli antiacidi e al lievito.
  7. Fare almeno due ore di esercizio fisico aerobico alla settimana.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.