Aglio, 7 motivi per cui devi mangiarlo

Aglio, 7 motivi per cui devi mangiarlo

L’aglio è uno dei cibi protagonisti della dieta mediterranea e ha numerosi benefici per la salute. 

C’è chi lo ama, chi lo odia e chi semplicemente lo tollera, certo è che insieme alla cipolla insaporisce i piatti come poche altre piante. 

Tutti i benefici dell’aglio per la salute.

L’aglio è un alleato delle difese immunitarie, ma questo non significa che protegga dalla malattie da solo.

E’ ricco di allicina, potente antibiotico, antimicrobico e antifungino naturale.

Uno studio spagnolo pubblicato sulla rivista Molecules ha mostrato che il soffritto con l’extravergine oltre ad esaltare i sapori aiuta anche a sprigionare le sostanze bioattive di ingredienti come pomodoro, aglio, cipolla, carote.

Questo migliora la capacità del nostro corpo di assimilare antiossidanti e vitamine contenute in questi ingredienti.

Aglio e cipolla, ancora meglio se soffritti, potrebbero avere un potente effetto protettivo contro il cancro al seno, come suggerito da uno studio condotto da Gauri Desai, epidemiologa della University at Buffalo (UB).

Aglio, cipolla, erba cipollina e porro non sono i migliori alleati del nostro alito, ma riducono drasticamente il rischio di cancro al colon, come dimostrato da uno studio cinese.

L’aglio può essere alleato della salute del cuore perché si è dimostrato efficace nell’abbassare la pressione sanguigna e il colesterolo.

Ma anche la riduzione della rigidità delle arterie e dei marcatori del sangue per l’infiammazione.

Questa pianta funge da alimento prebiotico per batteri benefici nell’intestino legati all’immunità e all’umore positivo.

Come è meglio mangiare l’aglio.

Per massimizzare la sua efficacia, schiaccia l’aglio fresco e lascialo riposare a temperatura ambiente.

Secondo quanto si legge sul sito Shape, per ottenere il massimo devi schiacciarlo prima della cottura.

Quindi lasciarlo riposare a temperatura ambiente per 10 minuti prima di cuocerlo.

“Gli studi hanno dimostrato che questo metodo aiuta a trattenere circa il 70 percento dei suoi composti naturali benefici rispetto alla cottura immediatamente dopo la frantumazione”, si legge sul sito.

Potrebbero interessarti anche...