Afa, come combatterla: frutta, acqua e un pizzico di sale

Afa, come combatterla: frutta, acqua e un pizzico di sale

ROMA – Afa d’agosto: se vivete al Sud la sentite ancora, anzi, più che mai. Il meteo avverte che nelle regioni meridionali il caldo aumenterà, mentre il Nord è alle prese con pioggia e fresco. Per chi si ritrova a lottare con afa e temperature più che mai estive ecco qualche consiglio utile, soprattutto per chi ha ormai esaurito la propria dose di vacanze e deve affrontare il rientro al lavoro.

Innanzitutto è meglio fare pasti leggeri, con molta frutta e verdura, e bere molta acqua: non solo si mantiene (o recupera) la linea, ma ci si protegge dal senso di pesantezza. Attenzione non solo agli alcolici, non certo indicati quando fa caldo, ma anche alle bevande troppo fredde, magari prese dal frigorifero: il rischio congestione è in agguato. 

Meglio limitare anche l’aria condizionata: con gli sbalzi di temperatura aumenta il rischio di raffreddori e mal di gola, oltre a quello di torcicollo se l’aria non è ben diffusa.

Detto questo, al di là di considerazioni sulla cellulite e la pressione alta, meglio condire i pasti con un pizzico di sale, d’estate: tiene lontani i colpi di calore e gli svenimenti.

Potrebbero interessarti anche...