13 cibi anti-infiammatori da includere nella dieta

13 cibi anti-infiammatori da includere nella dieta

L’infiammazione è la madre di molte malattie ed è bene tenerla a bada quotidianamente, sia a tavola con i cibi giusti, sia con il movimento fisico regolare, con tecniche di rilassamento e un tuffo nel verde per godere degli effetti anti-stress offerti dal contatto con la natura. Dalle malattie cardiovascolari al diabete, al sovrappeso, alla depressione, come anche molti tumori e malattie del tratto digerente sono legate a infiammazione sistemica. Il sito Shape Magazine elenca una serie di cibi da incluedere nella dieta.

Mirtilli. Sono ricchi di fibre, vitamine e minerali. Mangiarli può essere la chiave per un miglioramento della funzione dei vasi sanguigni e per una diminuzione della pressione.

Pesce grasso. Un’ottima fonte di proteine ​​e acidi grassi omega-3 a catena lunga EPA e DHA. Questi i migliori: salmone, sardine, aringa, sgombro, acciughe. EPA e DHA riducono l’infiammazione che può portare a sindrome metabolica, malattie cardiache, diabete e malattie renali.

Broccoli. Nei broccoli e in altre verdure simili c’è una proteina che potrebbe entrare a far parte delle armi anticancro: infatti uno studio guidato dall’italiano Pier Paolo Pandolfi, direttore dei Cancer Center e Cancer Research Institute presso il Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston, ha mostrato che un composto naturale (indol-3-carbinolo) presente nelle ‘crucifere’ (la famiglia dei broccoli, che comprende anche cavolfiore, cime di rapa, etc) spegne un gene che favorisce i tumori. 

Avocado. Dall’estratto dei semi di avocado in futuro si potrebbe avere un nuovo antinfiammatorio. Questi frutti sono ricchi di potassio, magnesio, fibre e grassi monoinsaturi salutari per il cuore. Contengono anche carotenoidi e tocoferoli, che sono collegati alla riduzione del rischio di cancro.

Tè verde. Riduce il rischio di malattie cardiache, cancro, morbo di Alzheimer, obesità e altre condizioni. Molti dei suoi benefici sono dovuti alle sue proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Peperoncini e peperoni sono ricchi di quercetina, acido sinapico, acido ferulico e altri antiossidanti con forti effetti antinfiammatori. Alcuni funghi commestibili vantano composti che possono ridurre l’infiammazione, ma attenzione a scegliere solo quelli sicuri.

Composti vegetali nell’uva, come il resveratrolo, possono ridurre l’infiammazione. La curcuma contiene un potente composto antinfiammatorio chiamato curcumina. L’olio extra vergine di oliva offre potenti benefici antinfiammatori. I flavanoli nel cioccolato fondente e nel cacao possono ridurre l’infiammazione. I pomodori sono una fonte di licopene, che può ridurre l’infiammazione e proteggere dal cancro. Da mettere nel carrello infine anche le ciligie.


Potrebbero interessarti anche...