Tendenze Autunno: Gli scarponcini da trekking – (FOTO)

Scostumista-Tendenze Autunno: Gli scarponcini da trekking – Camminare ristora il fisico, la mente e l’anima e praticare trekking in alta montagna ci fa conoscere sentieri spettacolari, laghi cristallini, scenari rilassanti. Le passeggiate per le vie delle città certo non ci danno la possibilità di respirare aria pura e incontaminata, ma offrono comunque luoghi interessanti da scoprire, e i benefici sul fisico non sono da meno. Coloro che quest’anno decidono di volersi dedicare a lunghe passeggiate alpine, ma anche chi vuole semplicemente essere glamour e seguire le ultime tendenze, indosseranno inevitabilmente un massiccio scarponcino da trekking anche sotto l’abito più leggero e fluttuante. Ebbene sì, se da ormai svariate stagioni le sneakers sono state le calzature più gettonate e indossate con ogni tipo di outfit, per quest’inverno gli stilisti propongono scarponcini da montagna con tanto di gancetti alla caviglia per attorcigliare i lacci. C’è chi come Alessandro Michele, maestro nel mixare stili all’apparenza inconciliabili, reinterpreta per Gucci il classico scarponcino realizzato con materiali, come gomma, pelle, camoscio e tessuto tecnico, aggiungendo una suola oversize. Moncler, marchio che nasce proprio all’insegna dell’outwear e che solo in recenti stagioni ha acquisito una vena più fashionista, concilia glamour e confort con stivaletti dalla silhouette ispirata agli scarponi da trekking, realizzati in pelle scamosciata, rifiniti con una morbida pelliccia di agnello montata in shearling alle caviglie; c’è anche una versione più autentica con suola e laccio tricolore, segno distintivo del brand. La versione più elegante, e anche la più cara (€1300) la propone il marchio di lusso per eccellenza, Louis Vuitton, che crea una variante dell’anfibio basso Territory, realizzata in pelle di vitello liscia con finiture in morbida pelliccia di volpe. I dettagli e la finitura dorata delle parti metalliche creano un interessante contrasto con lo stile sportivo dell’allacciatura e della suola in gomma scolpita, ispirate ai classici modelli da hiking. Per passeggiate meno impegnative Isabel Marant progetta ankle-boots in tessuto tecnico, ma ci aggiunge una zeppa all’interno poco adatta certo a passeggiate su percorsi accidentati. Poco importa, il trekking in effetti è solo fonte d’ispirazione, Prada infatti al massiccio stivaletto ci aggiunge un tacco 12. Per wonderlust metropolitani il marchio che più s’ispira allo street-style, ovvero Off-White, realizza  hiking boots in pelle marrone con placcatura in metallo sul tallone, da indossare con un abito super femminile per un look inaspettato. I più cult: quelli di Acne Studios, in nabuck nero e pelle arancione alla caviglia. In vernice nera lucida montata su una spessa suola in gomma quelli di Kenzo; mentre sono realizzati in pelle scamosciata marrone con finiture in pelle tono su tono e fodera in shearling gli scarponcini firmati See by Chloé.  Per i veri amanti di escursioni ad alta quota ci si può affidare sempre a marchi specifici nell’abbigliamento da montagna, come Dolomite, Salomon, Quecha… ma non è certo escluso poterli indossare anche sotto eleganti abiti in leggiadro chiffon.                                                                                                                                                                        di Annapaola Brancia d’Apricena

Potrebbero interessarti anche...