Categorie
moda

Pencil Skirt: come indossarla con stile a lavoro FOTO

ROMA – Pencil Skirt: come indossarla con stile a lavoro FOTO. È senza dubbio uno dei capi di abbigliamento più versatili, eleganti e sensuali dell’armadio femminile. La pencil skirt, ovvero la gonna a matita, riesce a rendere chic qualsiasi look e in ambiente di lavoro è la scelta perfetta se si vuole apparire professionali e femminili.

Molte donne tendono a credere che la gonna a matita sia un capo difficile da indossare eppure non è così. Non serve essere altissime per poterla sfoggiare e, soprattutto, valorizza qualsiasi fisico, anche quello più formoso. Non è certo un caso se celebrity del calibro di Jennifer Lopez o Kim Kardashian, famose per le curve sinuose, amino indossare questo modello di gonna.

La pencil skirt è stata inventa negli anni Quaranta da Christian Dior con l’intento di liberare la donna dall’austerità della guerra. Nel corso degli anni sono stati numerosi i modelli in cui è stata declinata: stretta, longuette, dritta a tubino. La sua forza è da sempre nel fatto che riesce a rendere sensuale qualsiasi look senza essere mai volgare. La pencil skirt è ormai un must-have da moltissime stagioni e sono numerosi gli stilisti che  ce la propongono sistematicamente in collezione, da Dolce & Gabbana a Givenchy.

Una delle qualità di questo capo di abbigliamento è che può essere portato in tanti modi diversi. Se volete rimanere sul classico, potete scegliere una blusa elegante da portare dentro la pencil skirt a vita alta, giacca corta e scarpe con tacco. Se invece preferite sfoggiare un look più pop e moderno, potete abbinare la pencil skirt a una t-shirt o a un top corto. Come già detto, la pencil skirt dona davvero a tutte ma se siete bassine meglio scegliere sempre scarpe con un po’ di tacco. Se invece siete alte potete abbinarla a mocassini,  sneakers o sabot (il trend più in voga del momento per quanto riguarda le scarpe), l’effetto glamour è assicurato.

Abbiamo ricreato alcuni look per aiutarvi a scegliere la pencil skirt più adatta a voi.

di Claudia Emme