Chanel dice no alla cassa integrazione: stipendi ai dipendenti al 100%

Chanel rinuncia alla cassa integrazione

ROMA – Un segnale forte quello di Chanel, che ha annunciato di non voler ricorrere allo strumento della Cassa Integrazione previsto dallo Stato italiano ma che si impegna a mantenere al 100% gli stipendi dei 750 dipendenti. Come riportato da Pambianco, il gruppo francese ha dichiarato: “L’obiettivo è di non pesare sui conti pubblici, in modo che lo Stato italiano possa sostenere, in via prioritaria, le aziende più vulnerabili, e, naturalmente, concentrare le sue risorse sul sistema sanitario, il personale medico e tutti gli organismi preposti al soccorso delle persone”.

Per un periodo di 8 settimane, pari a 40 giorni lavorabili, RovedaGensiSamantaGlobal DC Chanel Coordination Srl Vittuone Chanel Coordination Srl Osmannoro si impegnano a mantenere al 100% gli stipendi dei loro 750 dipendenti. Chanel ha adottato, d’accordo con le parti sociali, la stessa politica anche in Francia, dove impiega circa 8.500 persone, per il periodo 16 marzo – 8 maggio, a cui restano garantiti tutti gli stipendi.

Un segnale sociale molto forte quello di Chanel, che di fatto lascia libere le casse delle amministrazioni locali di impiegare le risorse in altre iniziative di contrasto all’epidemia di Coronavirus e alla crisi economica incombente.

Questa scelta segue un’altro gesto di solidarietà della maison francese nella lotta al Coronavirus. Chanel ha infatti elargito una donazione nei confronti di alcune strutture ospedaliere italiane come contributo solidale per tutti gli operatori in prima linea del settore medico. Ha inoltre fornito apparecchiature informatiche per poter permettere ai pazienti in isolamento in ospedale di poter rimanere in contatto con i propri familiari.

In Francia, inoltre, Chanel ha avviato una produzione di mascherine per supportarne le forniture. I primi prototipi sono in fase di elaborazione e usciranno dalle linee di produzione una volta ricevuta l’approvazione dalle autorità francesi.

Poche ore fa, per esprimere la propria solidarietà, la maison francese ha pubblicato sui propri canali Social una collezione di foto d’autore intitolata ‘By the window’, rinnovando con l’occasione la raccomandazione #StayHome.

Potrebbero interessarti anche...