curiosità

Parlare con il cane è folle? Non proprio: l’animale potrebbe capire

Parlare con il cane è folle? Non proprio: l'animale potrebbe capire

Parlare con il cane è folle? Non proprio: l’animale potrebbe capire. Un recente studio pubblicato sulla rivista “Current Biology” spiega come i nostri amici a 4 zampe siano capaci di differenziare ed elaborare alcune componenti del linguaggio umano. Quando infatti un essere umano si esprime non utilizza solo una serie di sillabe di senso compiuto, ma anche un’intonazione, una gesticolazione, proprie di chi parla, uomo e donna che sia.

Come spiega Victoria Ratcliffe dell’Università del Sussex nel Regno Unito :

“Anche se non possiamo dire quanto e in che modo i cani comprendono le informazioni contenute in un discorso, dal nostro studio possiamo affermare che questi animali reagiscono ai dati sia verbali che di altro genere, e che queste componenti sembrano essere elaborate in diverse aree del cervello del cane”.

Ciò non significa che il cane comprende tutto quello che gli diciamo ogni volta che parliamo:

“Questo non significa che gli animali capiscono tutto quello che diciamo, ma che stanno ponendo attenzione non solo su chi siamo e su come stiamo parlando, ma anche su cosa stiamo dicendo“.

3 Comments

  • Piccolo e per alcuni stupido esempio.Abbiamo due cani,una delle due ama rincorrere gli oggetti,i suoi preferiti sono ,un osso,una palla ed un riccio,tutti in gomma atossica,bene quando le chiedo di andare a prenderne uno,non sbaglia mai,porta l’oggetto richiesto !

  • Sono d’accordo.Il mio,uno spitz tedesco, associa il nome alle persone e agli oggetti.Ama giocare a palla con noi prendendo lui l’iniziativa,poi palleggiando(la lancia in alto facendola cadere sulla schiena)poi la lancia con un preciso colpo di muso oppure la porta alla persona;se vi sono due persone la mette esattamente nel mezzo per non fare torti.
    Modula il modo di abbaiare per cui capisco se c’è un animale selvatico,(abito in un parco) un gatto o la palla è finita in posto a lui inaccessibile.Ricorda qualche centinaio di vocaboli associandoli all’azione di comando(es. fermo,seduto,sali,passa avanti,corri,basta,vai,qua la zampa,carezza,fai la guardia ecc.E’ ovvio che per raggiungere questi obiettivi ci devi parlare….normalmente come fosse un umano.

  • Da 12 anni ho l’impagabile privilegio di convivere con il mio cane: ormai le parole che gli rivolgo sono un mio limite: ho la netta sensazione ed il suo comportamento me lo conferma costantemente, che gli sia possibile leggermi nel pensiero oltre che dai gesti e percepire perfettamente i miei sentimenti in ogni loro gamma. Doloroso mi è il pensiero di un giorno perderlo, al punto che spero non abbia lui a provarlo dovessi precederlo.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.