bellezza

Latte, cereali e guanti: come proteggere le proprie unghie

Unghie che si spezzano, si sfogliano, ingialliscono: è difficile avere delle unghie belle e sane, ma ci sono dei rimedi che aiutano. La causa più probabile della fragilità delle unghie è di tipo alimentare: in particolare si tratta spesso di carenze di amminoacidi, considerato che le unghie sono costituite per il 98 per cento da cheratina.

A livello di dieta, quindi, la prima cosa da fare è integrare la propria alimentazione con cibi ricchi di zinco e molibdeno, fondamentali proprio per la produzione della cheratina.

Il molibdeno si trova soprattutto nei cereali integrali, nel latte e nei formaggi, e nei legumi. Lo zinco è presente nel tuorlo d’uovo, nel grano, nel pesce e nei frutti di mare, nella carne e nei formaggi.  Un altro elemento che favorisce il metabolismo della cheratina è la vitamina H, o biotina. Questa si trova nel latte, nel fegato e nei legumi freschi.

Venendo poi ad alcuni rimedi semplici, innanzitutto è bene ricordare che è meglio limare le unghie piuttosto che tagliarle. L’ideale, poi, è usare lime con uno strato abrasivo additivato di minerali. Va sempre evitato il contatto diretto delle mani e delle unghie con detersivi e saponi sgrassanti. Anche il continuo contatto con l’acqua indebolisce le unghie, e può persino favorire l’insorgere di micosi. Per questo è sempre meglio usare dei guanti quando si fanno i lavori domestici.

 

 

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.