Tinte per capelli non aggressive, arrivano quelle alla melanina

Tinte per capelli non aggressive, arrivano quelle alla melanina

In questa fase di quarantena c’è stato un necessario ritorno alle tinte casalinghe.

Mentre in Italia aumentano le proteste dei parrucchieri, che in base alle nuove disposizione governative potranno riaprire solo a giugno, la ricerca nel settore va avanti.

Molte delle tinture permanenti usano ammoniaca, acqua ossigenata, tinture a piccole molecole.

Più altri ingredienti per penetrare nel rivestimento esterno dei capelli, la cuticola e depositare il colore.

Oltre a essere dannose per i capelli, queste sostanze possono causare reazioni allergiche e problemi di salute.

Non solo al cliente ma anche agli stessi addetti ai lavori.

Ma stanno arrivando nuove tinte meno aggressive e dannose per i capelli.

Le nuove tinte per capelli.

E’ stata messa a punto la versione sintetica della melanina, la sostanza che naturalmente colora pelle e capelli, che resiste per 18 lavaggi.

Il risultato, pubblicato sulla rivista ACS Central Science, si deve all’americana Northwestern University. Del gruppo di ricerca fa parte una ricercatrice italiana.

Molti laboratori stanno cercando di ottenere una versione sintetica della melanina da utilizzare nelle tinture per i capelli.

Ma i processi sperimentati finora richiedevano alte concentrazioni di metalli pesanti potenzialmente tossici, come rame e ferro, e dei forti ossidanti.

Il gruppo di ricerca è guidato da Claudia Battistella e Nathan Gianneschi.

Il team è adesso riuscito a mettere a punto una tecnica più gentile e sicura per raggiungere l’obiettivo.

La loro soluzione consiste nel far depositare la melanina sintetica sui capelli.

Il tutto utilizzando del calore moderato e una piccola quantità di idrossido di ammonio invece di metalli pesanti e forti ossidanti.

In questo modo è stato possibile anche modulare l’intensità del colore.

Ma anche ottenere tonalità più scure con una maggiore concentrazione di idrossido di ammonio

Inoltre, ottenere le tonalità del rosso e del biondo aggiungendo una piccola quantità di acqua ossigenata.

E’ stato così ottenuto un colorante molto simile o più leggero di quello delle tinture attualmente disponibili in commercio.

I colori si depositano sulla superficie del capello anziché penetrare nella cuticola.

Producono meno danni e durano per almeno 18 lavaggi. Foto di 5638993 da Pixabay.

Potrebbero interessarti anche...