Questo siero all'acido ialuronico rimette in sesto la pelle in 7 giorni

Questo siero all’acido ialuronico rimette in sesto la pelle in 7 giorni

6 Dicembre 2021 - di Silvia

Rimettere in sesto la pelle in pochi giorni è un’impresa non facile, ma abbiamo individuato delle fiale all’acido ialuronico davvero valide. Un trattamento settimanale intensivo per rigenerare la pelle. Sette fiale che lasceranno la vostra cute più morbida e idratata che mai.



Il prodotto in questione è la serie di sette ampolle Revitalift, firmate L’Oréal Paris. Prezzo: meno di 15 euro in base al rivenditore. Sono altamente concentrate in acido ialuronico puro, il re dei principi attivi anti-età. Aiutano a rimpolpare, levigare e idratare la pelle del viso in 6 zone mirate.

Le fiale possono essere usate a tutte le età e bastano poche gocce per avere un buon risultato. Dunque possono arrivare a durare ben più di 7 giorni. Noi ne abbiamo usata solo mezza al giorno. Quindi sono sufficienti per metà mese. Potete usarle sia al mattino che alla sera. Se anche non noterete un effetto antirughe, sappiate che la vostra cute apparirà in ogni caso super idratata.

Altri prodotti per la pelle da provare.

C’è un prodotto in particolare che l’attrice Penélope Cruz ha utilizzato per apparire al top sul red carpet degli Oscar 2020. Si tratta dell’Advanced Génifique Youth Activating Serum di Lancôme. C’è chi lo ha definito un “santo graal” e “un prodotto di pura perfezione”. Prezzo per 30 ml: 93,50 euro.

L’iconico siero anti-età per il viso si presenta con una nuova formula arricchita da un complesso di 7 frazioni di prebiotici e probiotici. Ingredienti accuratamente selezionati e trasformati per l’efficacia sulla pelle. Advanced Génifique agisce sul microbioma e aiuta a rafforzare le funzioni vitali di giovinezza della cute.

C’è una crema antirughe che Kate Middleton ha consigliato persino all’ex first lady Michelle Obama. Si tratta di Biotulin Supreme Skin Gel. Anche in questo caso parliamo di un trattamento d’urto, che non ha un’efficacia nel tempo. Foto da Pixabay.

 

 

Tags