Categorie
bellezza

Il pane fa bene. Purché integrale

Alla faccia di tutte le diete iperptoteiche, cha faranno anche dimagrire ma affaticano i reni, l’Istituto Nazionale di ricerca alimenti e nutrizione dà il via libera al pane, purché integrale.

Il consumo di quello che viene comunque considerato uno dei cibi simbolo dell’Italia è diminuito notevolmente negli ultimi anni: se nel 1980 ogni italiano consumava in media 230 grammi di pane al giorno, oggi ne mangia120 grammi.

Eppure le Linee guida consigliano di mangiarne tra i 150 e i 300 grammi al giorno, a seconda che si tratti di donne o di uomini, di chi fa vita sedentaria e o di chi si muove molto.

C’è però pane e pane: quello che fa meglio è quello integrale, che addirittura determina una riduzione di fattori di rischio cardiovascolari, come il colesterolo LDL.

Sempre il pane integrale è poi ricco di fibre, che fanno bene al colon e all’intestino, di antiossidanti e di vitamine, e ha un indice glicemico più basso rispetto a quello del pane bianco.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.