Categorie
bellezza

Dieta Plank menù e come funziona: perdi fino a 9 chili in due settimane

ROMA – Dieta Plank menù e come funziona: perdi fino a 9 chili in due settimane. Dieta Plank, di cosa si tratta? Caratterizzata da un regime ipocalorico e iperproteico, questa dieta se seguita alla lettera promette di far perdere fino a 9 chili in due settimane.

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

Essendo molto restrittiva, altamente proteica e quasi completamente priva di fibre e carboidrati non va ripetuta per più di due settimane. Si tratta della classica “dieta lampo” che, a causa dell’improvvisa esclusione di determinati alimenti dal regime alimentare può provocare sbalzi metabolici. Proprio per tale ragione le diete lampo possono essere affrontate solamente dalle persone perfettamente in salute e, soprattutto, dovrà essere un dietologo a stabilire se la dieta da noi scelta sia effettivamente fattibile.

Nel dettaglio, la dieta Plank promette un calo del peso di 9 kg in 2 settimane. Il peso potrebbe mantenersi anche per tre anni. Sono banditi dalla dieta carboidrati e grassi. Potremo cibarci unicamente di proteine. I cibi assolutamente da bandire saranno dunque: cibi grassi, la pasta, il pane, i dolci, i formaggi e l’alcol. Non sono concesse bevande alcoliche, per un ancora più repentino calo di peso in brevissimo tempo.

La Dieta Plank promette una perdita di peso davvero importante, causata soprattutto dall’accelerazione del metabolismo che tenderà a bruciare più grassi. Di seguito vi proponiamo un esempio di menù originale della Dieta Plank per una settimana:

1° giorno
. Prima colazione: caffè a volontà, niente zucchero (sono ammessi i dolcificanti)
. Pranzo: 2 uova sode, spinaci (leggermente salati)
. Cena: 1 grande bistecca alla griglia o in padella accompagnata da un’insalata di sedano e finocchi

2° giorno
. Prima colazione: caffè senza zucchero e una fetta di pane
. Pranzo: 1 grande bistecca, insalata e qualsiasi tipo di frutta
. Cena: prosciutto cotto (non vi è un limite di quantità)

3° giorno
. Prima colazione: caffè senza zucchero e una fetta di pane
. Pranzo: 2 uova sode, insalata e pomodori
. Cena: prosciutto cotto e insalata

4° giorno
. Prima colazione: caffè senza zucchero e una fetta di pane
. Pranzo: 1 uovo bollito, carote cotte o crude e 50gr di formaggio svizzero
. Cena: frutta e 250 gr di yogurt scremato

5° giorno
. Colazione: carote al limone e caffè
. Pranzo: pesce al vapore e pomodori
. Cena: 1 bistecca con insalata

6° giorno
. Prima colazione: caffè e una fetta di pane
. Pranzo: pollo alla griglia
. Cena: 2 uova sode, carote

7° giorno
. Colazione: Tè con succo di limone
. Pranzo: 1 bistecca alla griglia, qualsiasi tipo di frutta
. Cena: ciò che preferisci!

Dall’ottavo giorno e per un’altra settimana intera la dieta va ripetuta dall’inizio. Successivamente si può tornare a mangiare normalmente.

Cose importanti da sapere. Frutta vietata: uva e banane. Il quantitativo di frutta e 150/200 gr, solo il giorno 4 è a piacere. Alla voce “bistecca”, va bene qualsiasi carne di vitello manzo e cavallo. Peso del pane 50/70 gr oppure 3 fette biscottate. Come spuntino, si può introdurre a piacere tisane e caffè sempre senza zucchero, sì a dolcificanti o stevia. E’ fondamentale bere 2 litri di acqua al giorno

La dieta Plank ha controindicazioni? Si tratta di un regime alimentare molto duro, per questo va fatto sempre sotto controllo medico. Vi sono diverse controindicazioni sulla dieta plank. Per prima cosa è assolutamente vietata per tutti i soggetti che soffrono di colesterolo in quanto gli alimenti presenti hanno un elevato contenuto di colesterolo. La dieta plank è assolutamente sconsigliata per le donne in gravidanza e per i cardiopatici. Tra i soggetti che devono stare lontani da questo regime dietetico ci sono certamente i diabetici.

Dieta Plank, cambiamenti consentiti: durante la prima settimana non è consentito cambiare alimenti, dall’ottavo giorno si ricomincia la dieta daccapo per un’altra settimana, poi si può mangiare normalmente. Durante la dieta plank è proibito l’alcool, l’acqua minerale e la birra, è consentita solo l’acqua naturale. Non si deve assolutamente usare zucchero (saccarina e simili) e non apportare variazioni del tipo “non mi piace l’uovo… mangio altri tipi di proteine.” Trattandosi però di una dieta molto restrittiva, sono stati studiati alcuni cambiamenti che possono rendere la dieta meno dura.

  • La mattina se proprio non riuscite a mangiare il panino previsto, potete sostituirlo con tre fette biscottate.
  • Il formaggio svizzero previsto il quarto giorno di dieta, si può sostituire con altri tipi di formaggi light. pari a 50 grammi
  • se le uova proprio non le sopportate potete sostituirle con 1 scatola piccola di tonno tassativamente al naturale corrispondente
  • ad 1 uovo e quindi 1 scatola grande di tonno tassativamente al naturale se sono 2 uova
  • per gli spinaci si possono sostituire con cicorie o bietole
  • carote del mattino potete mangiarle anche crude senza limone
  • Se dopo la prima settimana non ce la fate più a mangiare uova sode, potete scegliere di cuocere tale alimento in altro modo. Attenzione però a non usare mai l’olio.

Infine, ricorda che ogni notizia o consiglio su diete o regimi alimentari contenuti nel sito devono intendersi al solo scopo informativo. Tali informazioni non devono mai sostituire la consulenza personalizzata di un medico dietologo o nutrizionista. Pertanto, ogni decisione presa sulla base di queste indicazioni dev’essere intesa come personale e secondo propria responsabilità. Un programma alimentare indicativo infatti, non può in ogni caso sostituirsi alle scelte del Medico, che rimane sempre il decisore ed il responsabile finale.