Dieta del fantino, la dieta d’urto a base di carne, formaggio e marsala

dieta del fantino

ROMA – Una dieta d’urto ma efficace, da non seguire, però, per più di 3 giorni: è la dieta del fantino. Deve il suo nome proprio al fatto che viene spesso seguita dai fantini che devono perdere qualche chilo di troppo a pochi giorni da una gara.

Permette di perdere anche tre chili in tre giorni, ma va fatta solo in casi estremi e rarissimi, visto che affatica i reni e il fegato. Questo anche perché prevede due bicchierini di marsala o di porto al giorno, proteine e nessun carboidrato.

A colazione è concesso solo un caffè amaro con un po’ di formaggio (100 grammi di emmental o 80 grammi di parmigiano), a pranzo e cena carne alla griglia, di qualsiasi tipo. Vietati pane, pasta, riso, frutta e verdura. Si può bere solo acqua non gassata o caffè non zuccherato. E, appunto, porto o marsala per spuntino. In tutto le calorie assunte ogni giorno sono circa 1.200.

Proprio per questi alimenti concessi, con l’esclusione di tutti i vegetali, può provocare stitichezza e gonfiore. Ed è assolutamente sconsigliata a chi ha il colesterolo alto. 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...