Cioccolato per ipertensione, curcuma per Alzheimer: i cibi alleati

Pubblicato il 29 maggio 2015 16.00 | Ultimo aggiornamento: 29 maggio 2015 15.48

Tags:

di redazione Ladyblitz
 
Cioccolato per ipertensione, curcuma per Alzheimer: i cibi alleati

R OMA – Cioccolato amaro contro l’ipertensione, curcuma per prevenire l‘Alzhheimer, succo di barbabietola per chi fa sport: dalla tavola e dalla natura arrivano alcuni rimedi naturali ormai consacrati dalla nutraceutica. Per verificare l’efficacia di questi prodotti, proprio come si fa per i farmaci di sintesi, sono state condotte ricerche che ne hanno scientificamente dimostrato l’azione su diverse patologie, dall’ambito cardiovascolare alla neurologia. Vediamo alcuni di questi cibi alleati della salute. 

  • IPERTENSIONE E CACAO. Da oltre 10 anni (vanno ricordati studi in particolare italiani) il cioccolato amaro è noto come un potente prodotto per la pressione alta. Il motivo è la presenza di molecole note come “flavanoli”, che dilatano le arterie e riducono la pressione.
  • ALZHEIMER E CURCUMA: la molecola nutraceutica più gettonata è la curcumina. Derivata dalla curcuma, componente base del curry. Dove si consuma curry l’Alzheimer è raro, ma il meccanismo è tutt’altro che chiaro anche se la curcumina ha raggiunto migliaia di pubblicazioni di prestigio che includono il cancro, l’arteriosclerosi avanzata ed altre. Il problema è che la curcumina si assorbe poco.
  • OBESITA’ E BETULINA: molecole come la betulina, estratta dalle betulle e proveniente dalla Russia hanno dimostrato di migliorare la dinamica del tessuto adiposo, facendo perdere peso, ma senza gli effetti stimolanti cerebrali dei classici dimagranti.
  • MALATTIE AGLI OCCHI E PRODOTTI PIGMENTATI. Sostanze come l’astaxantina, la luteina ed altri prodotti pigmentati si sono dimostrati efficaci nel prevenire le complicanze della degenerazione maculare. 
  • SPORT E SUCCO DI BARBABIETOLA. Questo succo, molto usato nel Regno Unito per abbassare la pressione, migliora molto il flusso arterioso alle gambe e può essere un significativo fattore di miglioramento negli sforzi prolungati e la creatina consente al maratoneta ‘domenicale’ di tornare al lavoro il lunedì. La creatina è integratore alimentare di ampio impiego con indicazioni importanti anche in cardiologia e in reumatologia.