Categorie
Salute

Yogurt greco, un alleato della dieta: i benefici

Lo yogurt greco è uno spuntino ricco di sostanze nutritive che ha molti benefici per la salute.

Una porzione media, a seconda della marca, può contenere da 12 a 17,3 grammi di proteine.

Lo yogurt greco è ricco anche di probiotici, batteri sani che possono aiutare a rafforzare il sistema immunitario.

“Questi normalmente vivono nel tuo intestino e avere buoni microrganismi nel tuo intestino ti aiuta a mantenerti in salute, dice il nutrizionista Shane Griffin, come si legge su Healthline.

“Senza un sano equilibrio di batteri buoni dai probiotici, troppi batteri cattivi possono accumularsi e causare danni al nostro sistema immunitario”.

Questo yogurt è ricco di calcio, la chiave per costruire muscoli forti e aiutare i tuoi organi vitali a funzionare.

E’ anche una fonte di vitamina B12 e se non mangi carne, cerca almeno di integrarlo nella tua dieta quotidiana.

Può essere considerato anche una fonte di potassio, che aiuta ad abbassare la pressione sanguigna e bilanciare i livelli di sodio nel corpo, ma contiene anche iodio.

Attenzione però al tipo di barattolo che finisce nel vostro carrello della spesa: se optare per degli yogurt con zuccheri aggiunti rischiate di farvi più male che bene.

Dovete optare per quello bianco, normale, non zuccherato, a basso contenuto di grassi e con la minor quantità di additivi. 

Potete però aggiungere della frutta fresca mixata con della frutta secca (mai esagerare con le dosi) per realizzare un piatto completo.

Il mercato dello yogurt in Italia.

Nel nostro Paese il mercato dello yogurt vale 1,5 miliardi di euro per un complessivo totale di 427 tonnellate e 1,4 miliardi di confezioni.

A rilevarlo è stato uno studio Nielsen presentato in collaborazione con l’azienda della grande distribuzione alimentare Atlante nel corso dell’edizione 2020 della fiera Marca di Bologna.

Tra i prodotti maggiormente in crescita è indicato lo yogurt greco che nel 2019 ha registrato un fatturato in crescita (+7%) pari a 188 milioni di euro.

Foto di Elias Sch. da Pixabay