Vitamina D, integratori contro influenza e polmonite

Vitamina D, integratori contro influenza e polmonite

Integrazioni di vitamina D nei cibi possono aiutare a proteggere da raffreddore, influenza e polmonite, riducendo le morti che si registrano ogni anno, soprattutto in inverno ed in particolare tra le persone anziane. E’ quanto evidenzia uno studio diretto dai ricercatori della Queen Mary University di Londra.

Gli studiosi hanno analizzato i dati relativi a 11mila persone che hanno preso parte a 25 trial clinici in 14 Paesi diversi, tra cui l’Italia. Da questi dati è emerso che integrare nell’alimentazione la vitamina D (che il nostro organismo riesce a produrre autonomamente solo quando ci esponiamo al sole) protegge da infezioni alle vie respiratorie.

Il motivo potrebbe essere legato al fatto che la vitamina D stimola la produzione di antimicrobici nei polmoni, e questo soprattutto nelle persone che hanno normalmente bassi livelli di questa vitamina, come coloro che si espongono poco al sole. Per questo motivo, del resto, le infezioni alle vie respiratorie sono più frequenti d’inverno, quando si esce poco e in ogni caso sono di gran lunga minori le ore di sole, che ci permettono di produrre vitamina D.

Secondo i ricercatori britannici, introdurre ogni giorno o ogni settimana integratori di vitamina D potrebbe ridurre notevolmente il numero delle infezioni respiratorie. 

Ci sono però anche voci contrarie all’uso di integratori. Il professor Mark Bolland, dell’Università di Auckland, e Alison Avenell, dell’Università di Aberdeen, in un editoriale sul British Medical Journal sottolineano la necessità di ulteriori studi:

“Le ricerche finora non supportano l’evidenza che l’uso di integratori di vitamina D serva a prevenire le malattie, salvo nelle persone a rischio di rachitismo, fragilità ossea e osteoporosi”.

 

Potrebbero interessarti anche...