Categorie
Salute

Tè allo zenzero: tutti i benefici della bevanda

Lo zenzero è considerato uno dei superfood alleati del benessere. Questo non significa che faccia miracoli, ma semplicemente che contiene composti bioattivi, ovvero sostanze che possono influenzare positivamente la salute e contribuire alla prevenzione di alcune malattie. La famosa radice che arriva dall’Estremo Oriente ha diverse proprietà. Eccone alcune, elencate dal sito Times of India relative al tè allo zenzero.

Allevia la nausea. Migliora le prestazioni dello stomaco ed è utile per migliorare la digestione e aumentare l’assorbimento del cibo, oppure aiuta la digestione quando si è mangiato troppo. Lo zenzero può ridurre l’infiammazione contro problemi muscolari e articolari, ma anche aiutare ad alleviare la congestione associata al raffreddore. Migliora anche la circolazione sanguigna.

Vitamine, minerali e aminoacidi nel tè allo zenzero possono aiutare a ripristinare e migliorare la circolazione sanguigna, ma anche impedire il deposito di grasso nelle arterie, contribuendo a prevenire infarti e ictus. Il Times of India sottolinea anche i benefici sui dolori legati al ciclo mestruale. Ci sarebbero anche effetti positivi per rafforzare l’immunità. Ci sono infine i benefici contro lo stress. Il tè allo zenzero ha proprietà calmanti che possono aiutare a ridurre la tensione.

Lo zenzero non è l’unico alimento anfi infiammatorio da includere nella dieta. A tavola si devono prediligere altri alimenti con proprietà antinfiammatorie come il pesce ricco di omega 3 (ad esempio il salmone, le sardine etc) la frutta secca e i semi di chia; mangiare molta verdura e insalata, in particolare spinaci, broccoli e affini, rucola, spezie come aglio, timo, rosmarino, prezzemolo, frutti di bosco e bacche di Goji. E ancora, sì al consumo di yogurt non magro (ad esempio quello greco intero), cibi e bevande fermentate come il kefir che fanno bene al microbiota intestinale, ovvero i microrganismi che colonizzano il nostro intestino.