Categorie
Salute

Star seduti non accorcia la vita. Ma solo se si fa sport

LONDTA – Stare seduti a lungo accorcia la vita? Falso. A smentire questa credenza diffusa, e confermata anche da alcuni studi passati, è una nuova ricerca condotta dall’università di Exeter e dallo University College di Londra, secondo cui il tempo che si passa seduti non influisce molto sulla longevità e sullo stato di salute. A pesare, invece, è l’attività fisica che si fa durante il giorno, a prescindere da quante ore si passano seduti.

Per arrivare a queste conclusioni, dirompenti rispetto a tutti gli altri studi precedenti, è stata una vasta ricerca condotta in Gran Bretagna su oltre 5mila persone, 3.720 uomini e 1.400 donne, seguite per sedici anni.

I ricercatori britannici hanno osservato che passare molte ore seduti non è collegato ad un alto rischio di morte anticipata. E questo a prescindere da quello che si fa seduti: lavorare o guardare semplicemente la televisione.

Pubblicato sulla rivista “International Journal of Epidemiology”, il rapporto osserva: “I nostri dati ribaltano le teorie correnti sui rischi dello stare seduti, ed indicano invece che il problema consiste nell‘assenza di movimento nel resto del tempo”.

I ricercatori dell’università di Exeter e dello University College di Londra hanno osservato che “per ridurre la mortalità è più importante incoraggiare le persone ad essere attive fisicamente” alternando regolarmente l’esercizio allo stare seduti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.