Salute

Sonno e attività fisica: studio conferma legame per le donne

Sonno e attività fisica: studio conferma legame per le donne

Un nuovo studio che conferma la connessione tra sonno e attività fisica per le donne di mezza età.

La ricerca è stata portata avanti prima della pandemia da Covi-19 dalla dottoressa Heather Foulds dell’Università del Saskatchewan (USA) insieme al suo team.

Come si legge sul sito Medical X Press, lo studio ha reclutato 114 donne sane, di età compresa tra 30 e 55 anni, dal 2015 al 2019.

Tutti hanno sperimentato almeno una volta i benefici della stanchezza da attività fisica sul buon sonno.

Lo studio ha mostrato una differenza significativa nelle donne con livelli di fitness aerobici più elevati che dormono di più ogni notte.

La quantità di sonno è stata misurata annotando il numero di ore di sonno.

La qualità del sonno è stata misurata attraverso le risposte fornite dalle donne tramite questionario.

Il gruppo di donne con elevata capacità aerobica ha avuto una maggiore durata media del sonno di 7,04 ore rispetto al gruppo con scarsa forma fisica di 6,61 ore.

La percentuale di donne con elevata capacità aerobica che si sentivano riposate è stata calcolata al 67% rispetto alle donne con bassa capacità aerobica a solo il 45%.

Soprattutto quando le donne entrano in menopausa potrebbero sperimentare una diminuzione della qualità del sonno.

L’attività fisica è stata associata a un miglioramento del sonno tra le persone anziane.

Buon sonno amico del sesso in menopausa.

Le donne che in menopausa dormono meno di 7-8 ore per notte sono meno soddisfatte dal punto di vista sessuale.

Lo evidenziava uno studio del 2017 pubblicato sulla rivista Menopause.

Le donne più adulte tra quelle prese in esame avevano meno probabilità di essere sessualmente attive se dormivano meno di 7 o 8 ore per notte rispetto a quelle più giovani.

Quelle dai 70 anni in su che dormivano meno di cinque ore per notte avevano il 30% in meno di possibilità essere sessualmente attive.