Categorie
Salute

Sedano, 10 benefici della pianta

Da qualche anno è partita una sedano mania dopo che Anthony William, autodefinitosi medical medium, ha fondato un movimento che vede il succo di sedano come protagonista. Secondo William la bevanda avrebbe numerosi benefici per la salute contro malattie che la medicina occidentale curerebbe in modo errato. Non c’è nulla di scientifico nelle sue teorie, sebbene alcuni vip come la modella australiana Miranda Kerr abbiano deciso di cedere al celery juice.

L’infondatezza scientifica delle teorie di William non esclude che questa pianta sia alleata della salute. Un grosso gambo contiene solo 7 calorie e tanta acqua. Questo significa che con 7 gambi di sedano raggiungerete solo 42 calorie. Non a caso può essere considerato un ottimo spuntino quando siete a dieta e non volete sgarrare. Come si legge sul sito Health.com, l’atto stesso di masticare, che il sedano richiede, riduce la fame e aumenta il rilascio di ormoni che innescano la sazietà.

Il sedano è una fonte di nutrienti chiave perché contiene diverse vitamine e minerali vitali. La vitamina A della verdura è alleata della pelle e della salute degli occhi ed è stata collegata al mantenimento della forza polmonare e al rallentamento del declino cognitivo legato all’età. La vitamina K aiuta il sangue a coagulare e protegge la densità ossea. Contiene acido folico, potassio e piccole quantità di vitamina C, vitamine del gruppo B, calcio, magnesio e manganese. E’ inoltre una fonte di antiossidanti, che contrastano la formazione dei radicali liberi

Il sedano è un alleato della pressione sanguigna. La quercetina, un flavonoide presente nell’ortaggio, ha dimostrato di combattere l’infiammazione sia acuta che cronica ed è collegata alla protezione contro le malattie neurodegenerative, come l’Alzheimer. Il sedano fa bene anche alla digestione e supporta la regolarità intestinale. E’ utile contro le infiammazioni come l’acne, i bruciori urinari o le infezioni agli occhi.