Categorie
Salute

Colesterolo alto, tipi di cibi da evitare

Quando il colesterolo si accumula nelle arterie può bloccare il flusso sanguigno, che può portare a malattie coronariche, infarto o ictus. Tenere più basso il livello di quello cattivo, l’Ldl, fa ridurre i rischi. E uno dei segreti di buona salute è di mantenere ancor più basso il valore di una sua sottoclasse, l’Ldl-c, quello ‘cattivissimo’.

Da uno studio del Centro di Ricerca Cardiovascolare in Germania è emerso che a rischiare di più di andare incontro a un infarto o un ictus sono gli under-45 con colesterolo alto (+16% di rischio per le donne, +29% per i maschi), mentre gli over-60 con colesterolo alto presentano un rischio di andare incontro a infarto o ictus del 12% e del 21% rispettivamente per le donne e per gli uomini. 

L’alimentazione sana svolge un ruolo fondamentale per la prevenzione delle malattie cardiovascolari. Per esempio due mele al giorno sono sufficienti a ridurre i livelli plasmatici di colesterolo. Lo ha rivelato una ricerca condotta dalla Fondazione Edmund Mach di San Michele dell’Adige e dall’Università di Reading (Regno Unito), in collaborazione con l’Università di Trento, e pubblicata sull’American journal of clinical nutrition.

L’AHA (American Heart Association) consiglia di ridurre l’assunzione di grassi saturi a non più del 6 percento delle calorie giornaliere totali. Suggeriscono di limitare i seguenti alimenti per raggiungere l’obiettivo:

  • manzo grasso
  • agnello
  • maiale
  • pollame con la pelle
  • strutto e accorciamento
  • latticini a base di latte intero o magro
  • oli vegetali saturi, come olio di cocco, olio di palma e olio di semi di palma
  • anche evitare i grassi trans è importante. Gli alimenti da cui stare lontano includono:
  • biscotti confezionati, torte, ciambelle e pasticcini
  • patatine e crackers
  • glassa confezionata
  • cibi fritti commercialmente
  • prodotti da forno che contengono grassi vegetali o animali solidi
  • popcorn imburrato
  • qualsiasi prodotto che contenga oli vegetali parzialmente idrogenati o idrogenati