Categorie
Salute

Pressione alta, la zuppa spagnola che aiuta a contrastarla

ROMA – La pressione alta rappresenta un fattore di rischio primario per molte malattie cardiovascolari, incluse ictus, infarto , insufficienza cardiaca e aneurisma. Tenere sotto controllo la pressione sanguigna è fondamentale per preservare la salute e ridurre il rischio di queste pericolose condizioni cliniche. Alcuni cambiamenti dello stile di vita rappresentano il trattamento standard di prima linea per combattere la pressione alta. E’ dimostrato che una dieta sana, ricca di nutrienti e povera di sale e grassi, è la nostra prima alleata. L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) raccomanda di ridurre l’assunzione a meno di 5 g al giorno per aiutare a ridurre il rischio di ipertensione e problemi di salute correlati.

A proposito di alimentazione, uno studio ha dimostrato che la zuppa di gazapacho, una classica zuppa spagnola servita fredda e composta da verdure miste, ha un impatto positivo sulla pressione sanguigna. È quanto afferma una nuova ricerca spagnola, pubblicata sulla rivista Nutrition, Metabolism & Cardiovascular Diseases, che ha analizzato l’effetto del consumo di gazpacho sui fattori di rischio cardiovascolare in quasi 4.000 persone. Queste ultime erano soggetti più anziani ad alto rischio di malattia cardiovascolare che erano già parte di un studio di più grandi dimensioni, lo studio Prevención con Dieta Mediterránea (PREDIMED), uno studio progettato per valutare gli effetti della dieta mediterranea sulla prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari.

I ricercatori hanno rilevato che il consumo di tale zuppa fredda è inversamente associato con l’incidenza della pressione alta (ipertensione), che a sua volta è un fattore di rischio inequivocabile per la morbilità e la mortalità cardiovascolare, ed è il principale fattore di rischio per l’ictus in uomini e donne.I risultati hanno mostrato che il gazpacho può ridurre la pressione sanguigna complessiva fino al 27%, inoltre i livelli di pressione sistolica e diastolica sono risultati inversamente associati con il consumo di gazpacho.

Precedenti studi clinici ed epidemiologici avevano già messo in relazione il consumo degli ingredienti principali del gazpacho, quali pomodori, cetrioli, aglio, olio d’oliva, con la riduzione della pressione arteriosa.

C’è da sottolineare che l’effetto anti-ipertensivo del gazpacho è risultato totalmente inaspettato in quanto questa ricetta contiene molto sale. Tuttavia, l’alto contenuto di caroteni, vitamina C e polifenoli, a quanto pare, bilancia perfettamente gli elementi bioattivi del gazpacho e il suo contenuto di sale, che rendono questa zuppa una ricetta cardio-sana. In altre parole, alla fine, l’effetto positivo di tutti gli ingredienti che contribuiscono alla riduzione della pressione arteriosa prevale sull’effetto del sale.