Pressione alta, farmaci: il momento migliore per assumerli

Pressione alta, farmaci: il momento migliore per assumerli

Per ottenere il meglio dai farmaci giornalieri contro la pressione alta, sarebbe meglio assumerli poco prima di andare a letto. È un semplice suggerimento che potrebbe salvare vite umane, dicono sull’European Heart Journal. Le pillole offrono una maggiore protezione contro gli infarti e gli ictus se prese prima di coricarsi piuttosto che al mattino, suggerisce il nuovo grande studio, che ha incluso più di 19.000 persone.

Ci sarebbero prove crescenti che diversi farmaci, tra cui le pillole per il cuore, potrebbero funzionare meglio se assunti in momenti specifici della giornata. (In attesa di ulteriori studi a sostegno di questa tesi, attenersi solo ed esclusivamente alle raccomandazioni del proprio medico o farmacista in merito all’assunzione dei farmaci).

Come si legge sul sito della BBC, i pazienti che hanno preso parte al monitoraggio sono stati divisi in due gruppi: uno ha assunto le pillole al mattino, l’altro prima di andare a dormire. I ricercatori hanno studiato ciò che è accaduto ai pazienti nei successivi cinque o più anni. Quelli che hanno assunto i farmaci la sera avevano quasi la metà del rischio di morire di – o avere – un infarto, ictus o insufficienza cardiaca. 

Il ricercatore capo, Ramon Hermida, dell’Università di Vigo, ha affermato che i medici potrebbero prendere in considerazione di suggerirlo ai pazienti: “Le attuali linee guida sul trattamento dell’ipertensione non raccomandano alcun tempo di trattamento preferito. L’ingestione mattutina è stata la raccomandazione più comune da parte dei medici basata sull’obiettivo fuorviante di ridurre i livelli di pressione sanguigna mattutina. I risultati di questo studio mostrano che i pazienti che assumono abitualmente i loro farmaci antiipertensivi al momento di coricarsi, al contrario di quando si svegliano, hanno un migliore controllo della pressione sanguigna e, soprattutto, un rischio significativamente ridotto di morte o malattie cardiache e problemi ai vasi sanguigni”.

Ma Vanessa Smith, della British Heart Foundation, ha dichiarato: “(…) sarebbero necessarie ulteriori ricerche tra altri gruppi etnici e persone che lavorano su schemi di spostamento, per dimostrare veramente se l’assunzione di farmaci per la pressione sanguigna durante la notte è più benefico per la salute cardiovascolare (…)”.

Potrebbero interessarti anche...