Categorie
Salute

Pressione alta, come abbassarla scegliendo i cibi giusti

Il modo migliore per abbassare la pressione alta è quello di adottare una dieta sana e uno stile di vita attivo. Se scopri di avere la pressione alta non devi sottovalutare la cosa, in quanto si tratta di una condizione che può portare a diversi problemi di salute anche gravi.

In natura esistono diversi cibi che ci aiutano a ridurre l’ipertensione, in quanto agiscono come vasodilatatori naturali.

Di seguito elenchiamo alcuni alimenti che, se inseriti all’interno di una dieta sana, si sono dimostrati efficaci ad abbassare la pressione.

Pressione alta, prova i mirtilli

Mirtilli e fragole contengono antociani, un tipo di flavonoide che secondo alcune ricerche è in grado di abbassare la pressione.

I ricercatori hanno condotto un ampio studio coinvolgendo oltre 34.000 persone con ipertensione. Hanno scoperto che quelli con il più alto apporto di antociani – principalmente da mirtilli e fragole – hanno ottenuto una riduzione dell’8% nel rischio di ipertensione, rispetto a quelli con un basso apporto di antocianine

Un altro studio più recente ha dimostrato che mangiare mirtilli può essere la chiave per un miglioramento della funzione dei vasi sanguigni e per una diminuzione della pressione.

Secondo i risultati della ricerca, chi ha assunto 200 grammi di mirtilli per un mese ha visto la riduzione della pressione sanguigna. Merito attribuibile al ‘blu’ dei mirtilli dato proprio dagli antociani, un tipo di fitochimico con proprietà antiossidanti responsabile appunto del blu, rosso, rosa e viola di alcuni frutti e verdure come bacche e uva rossa.

Cereali

I cereali, soprattutto se integrali, aiutano a mantenere il giusto equilibrio di sali minerali, utili a tenere sotto controllo la pressione. Inoltre hanno un ottimo potere saziante, utile in caso di dieta ipocalorica.

Per colazione, consuma una ciotola di cereali integrali come i fiocchi di avena. Puoi aggiungere mirtilli o fragole, in questo modo sarà inoltre possibile raddoppiare l’effetto contro l’ipertensione.

Succo di barbabietola, alleato contro la pressione alta

Bere succo di barbabietola può ridurre la pressione sanguigna a breve e lungo termine. Nel 2015, i ricercatori hanno riferito che bere succo di barbabietola rossa ha portato ad abbassare la pressione sanguigna nelle persone con ipertensione che ne hanno bevuto 250 millilitri (circa un bicchiere) ogni giorno per 4 settimane.

I ricercatori hanno notato effetti positivi già entro 24 ore.

CORRELATO: Pressione alta, i diuretici che ci aiutano ad abbassarla.

In questo studio, coloro che hanno bevuto un bicchiere di succo di barbabietola ogni giorno abbassato la media della pressione sanguigna di circa 8/4 millimetri di mercurio.

In media, un singolo farmaco per la pressione del sangue riduce i livelli di 9/5 mm Hg. Secondo i ricercatori, il merito sarebbe degli alti livelli di nitrato inorganico presente nelle barbabietole.

Patate

Le patate sono ricche di potassio e magnesio, due nutrienti importanti per la salute del cuore e per contribuire a tenere sotto controllo la pressione altta.

Questo perché quando abbiamo bassi livelli di potassio, il nostro organismo tende a trattenere il sodio. Troppo sodio, come è noto, aumenta la pressione.

Anche il magnesio agisce aiutando il flusso sanguigno.

Per questo motivo è molto importante mantenere un naturale equilibrio di entrambi i minerali.

Oltre alle patate, altri alimenti ad alto contenuto di entrambi questi minerali sono: spinaci, banane, semi di soia, fagioli, yogurt magro e halibut.

Latte scremato

Il latte scremato, così come altri prodotti lattiero caseari a basso contenuti di grassi come yogurt o ricotta, aiutano a ridurre il rischio di ipertensione.

Questo grazie soprattutto al calcio e vitamina D, che lavorano insieme per aiutare a ridurre la pressione sanguigna fino a circa il 10%.