Pancia e grasso, modi per liberarsene naturalmente

Pancia e grasso addominale: le fibre alimentari migliori per contrastarli

ROMA – Il grasso sulla pancia deve essere ridotto, non solo per motivi estetici ma soprattutto di salute. Il grasso localizzato sull’addome, infatti, rappresenta un importante fattore di rischio di malattie anche gravi come diabete, infarto o ictus. La buona notizia è che sbarazzarsi del grasso sulla pancia è possibile. Tuttavia, è bene sottolineare che qualsiasi tipo di pillola, cura miracolosa e rimedio erboristico non rimuoverà mai il grasso sulla pancia in modo durativo e sicuro. E’ comunque possibile liberarsi del grasso addominale in modo naturale, con una sana combinazione di dieta ed esercizio fisico.

Il grasso addominale -spesso chiamato anche grasso “attivo” a causa del suo ruolo attivo nella produzione di vari ormoni – è quello che si localizza all’altezza della pancia, nello specifico quello concentrato all’interno della cavità addominale e distribuita tra gli organi interni e il tronco. Questo grasso ha la capacità di rilasciare ormoni che possono portare al diabete, infiammazione cronica e altri gravi problemi di salute. Quando notiamo che il girovita si sta allargando, allora bisogna correre ai ripari in quanto vuol dire che sta aumentando il grasso addominale. Il grasso sulla pancia non deve essere sottovalutato in quanto, se presente in quantità elevate, può comportare un rischio maggiore di malattie metaboliche e cardiovascolari. Vediamo allora alcuni consigli pratici per liberarsi del grasso sulla pancia.

Consigli dietetici: Mangiare meno calorie di quelle bruciate, creando un deficit calorico, può aiutare a bruciare sia il grasso addominale che l’eccesso di grasso sottocutaneo. A tal proposito è importante adottare alcuni cambiamenti nello stile di vita. Innanzitutto, andrebbero eliminate le bevande zuccherate che, secondo i risultati di diversi studi, sono strettamente collegate allo sviluppo del grasso sulla pancia. Meglio evitare bibite gassate e zuccherate e limitare lo zucchero nel caffè o tè.

Poi, andrebbe ridotta l’assunzione di carboidrati semplici come il pane bianco, i cereali raffinati e gli alimenti zuccherini, che hanno un basso valore nutritivo ma un alto contenuto di calorie. Sono anche legati allo sviluppo del grasso addominale. Sostituisci i carboidrati semplici con carboidrati complessi, come pasta integrale, frutta e verdura. Frutta e verdura, nello specifico, sono un’alternativa salutare che aggiungendo fibre alla dieta, possono regolare la glicemia controllando così il diabete. Il grasso addominale è un fattore di rischio per l’ insulino-resistenza e il diabete.

Inoltre, gli esperti consigliano di inserire nella dieta proteine magre come carni bianche, latticini magri come ricotta o fiocchi di latte, che inducono il senso di sazietà facendoci sentire meno fame riducendo il desiderio di cibi “comfort”.

Secondo le linee guida, andrebbe poi controllata l’assunzione di grassi. I grassi non andrebbero eliminati dalla dieta ma semplicemente scelti con cura. Evitare cibi preconfezionati e optare invece per carni magre, avocado, pesce ricco di Omega3. I grassi trans e i grassi saturi invece non sono amici della salute. Possono causare aumento di peso e sono strettamente collegati allo sviluppo del grasso sulla pancia. Limitare l’assunzione di grassi trans e mantenere l’assunzione di grassi saturi a meno del 7% della dieta. Non più del 20-30% dell’assunzione calorica totale deve provenire dal grasso.

Esercizio fisico: La ricerca ha scoperto che l’esercizio fisico svolge un ruolo significativo nell’eliminazione del grasso sulla pancia. Ad esempio, uno studio del 2005 ha confrontato uomini che praticavano esercizio fisico con altri che non lo facevano e, secondo i risultati, sembra proprio che l’esercizio sia un fattore cruciale per lo sviluppo di grasso e malattie cardiache. Tuttavia è bene specificare che nessun esercizio fisico riduce la pancia se non accompagnato da una alimentazione povera di calorie.

Esercizio cardiovascolare: gli esercizi cardio fanno pompare il cuore e bruciare calorie contribuendo a ridurre il grasso sulla pancia. Puoi iniziare lentamente, camminando o nuotando, per poi lavorare su un esercizio cardio più intenso, come la corsa o la corda.

Allenamento ad intervalli ad alta intensità: chiamato anche HIIT, abbina un esercizio intenso a un esercizio meno intenso per bruciare più calorie. Ad esempio, gli esperti consigliano di provare a camminare per 3 minuti, quindi correre per 30 secondi. L’HIIT aiuta a bruciare più grasso addominale ed è una scelta ideale per chi non si sente pronto ad un esercizio più intenso.

Diventa più attivo: Aumentare i livelli di attività può aiutare a bruciare più calorie. Chi siede su una scrivania per lunghi periodi di tempo dovre fare pause regolari, alzarsi, camminare e fare stretching. Parcheggiare lontano dal luogo di lavoro aiutare a camminare di più, bruciare più calorie e migliorare la salute del cuore.

Potrebbero interessarti anche...