Omeopati contro lo studio australiano: “Nostri farmaci sono efficaci”