Categorie
Salute

Occhi in estate: occhiali da sole e lacrime artificiali

In estate, tra caldo e aria condizionata, avere cura degli occhi è molto importante. Soprattutto se si portano lenti a contatto o passa ore davanti al computer, ma non solo. Fondamentali per tutti sono degli occhiali da sole con lenti fotoselettive, cioè che non tolgono luminosità ma selezionano lo spettro luminoso bloccando quello dell’ultravioletto.

Non solo: dal momento che può accadere che in estate la cornea, cioè la parte anteriore dell’occhio, si secchi, si possono utilizzare lacrime artificiali per lubrificare, come consiglia il professor Mario Stirpe, presidente dell’Icss ‘Fondazione Bietti”.

“Bisogna distinguere danni che sono immediati, che sono minimi, e quelli viceversa che poi vengono immagazzinati di anno in anno. I danni immediati riguardano in particolare i bimbi e gli anziani. Nei bimbi non sono vere e proprie congiuntiviti, ma vasodilatazioni: l’occhio diventa rosso per un effetto del calore” spiega Stirpe. “La cornea, invece diventa più secca, la lubrificazione è data dalle lacrime, però a volte non sono sufficienti e quindi bisogna aiutarsi con quelle artificiali che possono essere messe diverse volte durante la giornata. Maggiormente ne risentono quei soggetti che lavorano con l’occhio abbastanza fisso, ad esempio chi utilizza molto i computer. Anche in questo caso le lacrime artificiali possono aiutare”.

Per quanto riguarda gli occhiali, bisogna proteggersi con lenti fotoselettive, ciò in grado di proteggere soprattutto sul lungo termine retina e cristallino . A maggior ragione devono proteggersi in estate coloro che sono affetti da miopia e gli anziani che hanno già un principio di maculopatia, il 30% dopo i 70 anni. In questi casi il consiglio è più che mai quello di usare lenti fotoselettive a partire da aprile. Attenzione poi al riflesso dell’acqua, che aumenta la concentrazione degli ultravioletti.