La depressione è legata anche al consumo di una dieta infiammatoria

La depressione è legata anche al consumo di una dieta infiammatoria

22 Luglio 2022 - di Silvia

La depressione è legata anche al consumo di una dieta infiammatoria. Lo evidenzia una ricerca pubblicata su The Journal of Gerontology: Series A. Lo studio ha tentato di determinare se gli individui con sintomi depressivi fossero più vulnerabili allo sviluppo della fragilità in risposta all’infiammazione alimentare. La ricerca ha utilizzato i dati della Framingham Heart Study Offspring. I 1.701 partecipanti hanno riferito la loro dieta e i loro sintomi depressivi. Sono stati seguiti per circa 11 anni. Lo studio ha rilevato che un’associazione tra dieta infiammatoria e aumento delle probabilità di fragilità è apparsa in qualche modo più forte tra quelli con sintomi depressivi. I ricercatori ipotizzano che, poiché gli individui con sintomi depressivi in ​​genere hanno livelli più elevati di infiammazione, l’aggiunta di un’infiammazione alimentare in aggiunta a ciò accelera lo sviluppo della fragilità.

Courtney L Millar, Post-Doctoral Fellow, Marcus Institute of Aging Research, Hebrew SeniorLife e Harvard Medical School, è l’autore principale dello studio. “Questo studio ha scoperto che i sintomi depressivi possono esacerbare lo sviluppo della fragilità in risposta al consumo di una dieta infiammatoria. Ciò suggerisce che il consumo di una dieta ricca di composti antinfiammatori (ad esempio fibre e composti vegetali chiamati flavonoidi) può aiutare a prevenire lo sviluppo di fragilità”, ha detto il dottor Millar. “I nostri dati esplorativi suggeriscono anche che quando gli adulti di mezza età e gli anziani consumano una dieta pro-infiammatoria, hanno maggiori probabilità di sviluppare nuovi sintomi depressivi e fragilità allo stesso tempo piuttosto che sviluppare una delle due condizioni da sole”, ha aggiunto lo studioso.

“Questo studio contribuisce alla comprensione della relazione tra infiammazione alimentare, depressione e fragilità”, ha sottolineato il dottor Millar. “Per chi soffre di depressione, potrebbe essere ancora più importante aumentare l’assunzione di frutta e verdura ricca di fibre, flavonoidi e altri antiossidanti alimentari”, ha specificato. Fonte: Medical X Press. Foto di RitaE da Pixabay.