Italiane le più ipocondriache d’Europa. Ma ci curiamo di più

Italiane le più ipocondriache d'Europa. Ma ci curiamo di più

ROMA – Basta un puntino rosso sul collo per farvi temere il morso di un ragno pericolosissimo? Tranquille, siete in buona compagnia. E folta compagnia. Perché tra i tanti record che annoverano le italiane c’è anche quello per l’ipocondria. Siamo le prima in Europa, ha scoperto l’Osservatorio Salute AstraZeneca.

Se questo non è un primato di cui andare fiere ce n’è invece un altro assai più interessante: siamo molto più attente alla prevenzione rispetto agli uomini, seguiamo una dieta più equilibrata e abbiamo uno stile di vita più sano. 

Certo, ci sono poi anche i dati meno gratificanti. Il 57% delle italiane, per esempio, non pratica nessuna attività sportiva, mentre tra gli uomini è il 47%, e il 25% delle donne si preoccupa molto quando avverte un malessere, pensando subito di avere una malattia grave (contro il 17% degli uomini). Un primato che travalica i confini nazionali e che fa delle italiane le più ipocondriache d’Europa dopo le spagnole (29%).

Per quanto riguarda la prevenzione, almeno una volta all’anno 3 donne su 4 fanno analisi di controllo generale (contro il 62% degli uomini), più di una su due non manca l’appuntamento con il proprio dentista, oculista e ginecologo e circa la metà non dimentica gli esami per la prevenzione dei tumori. Tuttavia, una su tre dice di non sottoporsi mai (o quasi) a una visita ginecologica. Non primeggiano comunque gli uomini, dove il 61% dichiara di non andare dall’andrologo.

Le italiane sono inoltre tra le donne europee che si fidano di più del proprio medico e le più scettiche nei confronti di internet. Il 38% va subito dal dottore quando non si sente bene, mentre solo il 25% cerca prima di capire che cos’ha su internet.

Tuttavia, nonostante la tendenza a essere ipocondriache e correre subito dal medico, 4 donne su 5 sopportano il malessere e non modificano più di tanto le proprie attività quotidiane: solo il 19% si arrende a malattie e disturbi e non riesce nemmeno ad alzarsi dal letto. Anzi, le italiane sono tra le più stoiche d’Europa, più resistenti alla sofferenza di svedesi (30% resta a letto), inglesi (25%) e tedesche (24%).

 

Potrebbero interessarti anche...