Categorie
Salute

Intestino irritabile, cosa può succedere agli occhi

Esiste una connessione intestino e occhio. Non a caso chi soffre di sindrome dell’intestino irritabile in molti casi ha anche dei problemi di irritazione della superficie oculare. Anche gli occhi hanno dei loro batteri, circa 200 diversi tipi, che possono avere degli effetti sulla vista. Se ne è parlato durante l’ultimo Congresso su Nutraceutica e Occhio, che si è svolto a Roma, con il patrocinio della SiNut (Società Italiana Nutraceutica). A fare da filo conduttore è la presenza di uno stato infiammatorio che colpisce sia l’intestino che la superficie oculare. Nella sua forma acuta il glaucoma viene oggi considerata una malattia infiammatoria. 

Un recente studio, pubblicato di recente sulla rivista The Ocular Surface, ha confermato che nell’occhio umano coesistono numerosi microhabitat batterici, la cui composizione riflette i livelli di esposizione all’ambiente esterno. Sarebbero 221 le specie in media presenti e quello più comune è il Corynebacterium, seguito da Staphylococcus, Streptococcus, Acinetobacter e Pseudomonas.

“Ormai diversi studi – ha spiegato Gianluca Scuderi, professore associato del Dipartimento di Neuroscienze della Sapienza Università di Roma e responsabile dell’Unità operativa di oculistica dell’Ospedale Sant’Andrea – hanno dimostrato che esiste un asse intestino-occhio, tant’è vero che chi soffre di sindrome dell’intestino irritabile in molti casi ha anche dei problemi di irritazione della superficie oculare”. “L’equilibrio del microbioma – prosegue Scuderi – è importante non solo per il benessere intestinale ma anche per quello dell’apparato visivo e quando quest’equilibrio si rompe, può verificarsi l’insorgenza di alcune patologie dell’occhio”, tra cui il glaucoma. 

In caso di intestino irritabile, uno dei fattori più importanti da prendere in considerazione è senza dubbio quello legato all’alimentazione. A tal proposito, la nuova tendenza è la BRAT, una dieta che protegge stomaco e intestino. Si tratta di un regime alimentare molto antico ma che è divenuto famoso solo nell’ultimo periodo e, oltre a far perdere peso, è perfetto per chi soffre di intestino irritabile e problemi legati allo stomaco (Maggiori info).