L'insonnia colpisce quasi la metà degli americani secondo un nuovo studio

L’insonnia colpisce quasi la metà degli americani secondo un nuovo studio

10 Novembre 2022 - di Silvia_Di_Pasquale

Secondo un articolo apparso sul sito della Cnn, l’insonnia colpisce quasi la metà degli americani. La conquista di un sonno perfetto è ancora un traguardo irraggiungibile per molti. Lo evidenzia uno studio pubblicato sulla rivista JAMA Network Open. Lo studio ha analizzato i dati sul sonno di oltre 9.000 americani di età pari o superiore a 20 anni, raccolti dal National Health and Nutrition Examination Survey tra il 2017 e marzo 2020. Quasi il 30% degli intervistati è risultato avere difficoltà ad addormentarsi o a dormire e circa il 27% ha avuto molto sonno durante il giorno.  di quanto il proprio corpo ha bisogno – mentre quasi 1 adulto su 10 aveva un debito di sonno di due ore o più.

La mancanza di sonno, insieme alla durata irregolare del riposo, è stato collegato a un aumento del rischio di obesità, malattie cardiache, demenza e disturbi dell’umore quali ansia e depressione. “Questo è uno studio ben fatto che esamina un campione molto ampio e rappresentativo”, ha affermato il dottor Bhanu Prakash Kolla, specialista in medicina del sonno presso il Center for Sleep Medicine presso la Mayo Clinic di Rochester, Minnesota. “Almeno un quarto della popolazione lamentava sonnolenza diurna e difficoltà a dormire”, ha detto Kolla, che non è stata coinvolta nello studio.

“Con orari di lavoro rigorosi e attività affollate nel fine settimana, non sorprende che molte persone riferiscano che le loro esigenze di sonno non vengono soddisfatte durante la settimana”, ha affermato lo specialista del sonno Dr. Raj Dasgupta, professore associato di medicina presso l’Università di Keck School of Medicine della California meridionale. Non è stato coinvolto nello studio.

Una sola notte di insonnia fa calare in modo evidente l’attenzione, la memoria e l’abilità di apprendimento della giornata seguente. Sono le donne in particolare ad avere avuto maggiore impatto sulla capacità di dormire bene durante la pandemia da Covid-19, il 50%, secondo quanto emerge dal World Sleep Study 2021. In piena pandemia c’è stato un aumento del 300% delle vendite di prodotti per le cura ‘fai da te’  dei disturbi del sonno, nel 2022 sono cresciute di un ulteriore 41%, secondo quanto riferito dai dati raccolti da eFarma by Atida, uno dei site di e-commerce farmaceutici tra i più frequentati.

 

Tags