Ghiaccio nelle bibite dei fast food: più batteri che nell’acqua del wc

MIAMI – Se state per ordinare una Coca Cola in un fast food pensateci: i cubetti di ghiaccio che vengono messi nei bicchieroni delle bibite sono fatti di acqua più contaminata di quella del water. 

La scoperta arriva dal Paese per eccellenza dei ristoranti di pasti veloci, gli Stati Uniti, ed è opera di un ragazzino americano di 12 anni. A scuola gli avevano dato il compito di svolgere un progetto per la materia di scienze in cui si evidenzia come l’acqua che compone i cubetti di ghiaccio serviti insieme alle bevande contenga batteri più dell’acqua dei bagni degli stessi fast food.

Lo studente ha ordinato una bibita, ha preso i cubetti di ghiaccio e dell’acqua dalle toilette di diversi ristoranti della Florida. Poi li ha portati alla University of South Florida per farli analizzare.

Il risultato non lasciava dubbi: in diversi casi nel ghiaccio è stato trovato anche il batterio dell’Escherichia Coli, o batterio fecale, responsabile di molte infezioni.

A differenza dei cubetti di ghiaccio, l’acqua che finisce nel water arriva direttamente dall’acquedotto, ed è sterilizzata a monte. Quindi, in bagno, non ci sono batteri di questo tipo.

Gli esperti hanno invitato tutti alla calma. Ma certo di fronte ad una Coca Cola ghiacciata in un fast food ci penseremo due volte.

 

Potrebbero interessarti anche...