Legumi e cioccolato contro le malattie cardiovascolari

Gli italiani non amano i flavonoidi, benefici per il cuore: è quanto emerge da un’indagine dell’Osservatorio nutrizionale Grana Padano.

I flavonoidi, sostanze ricche di antiossidanti e antinfiammatorie, proteggono dai disturbi cardiovascolari. Ma secondo i ricercatori gli italiani ne assumono pochissimi. Queste sostanze si trovano soprattutto nella frutta (in particolare negli grumi) e nella verdura, oltre che nei legumi, nel tè, nel vino rosso, nell’olio d’oliva e nel cioccolato.

Assumerli nella dieta quotidiana riduce il rischio di contrarre malattie gravi dell’apparato cardiaco e vascolare. Solo un terzo degli italiani beve regolarmente tè: siamo un popolo più propenso al caffè, ma inq uesta bevanda il contenuto di flavonoidi è più basso.

Preferiamo il vino rosso, bevuto da uno su due. Ma gli agrumi battono tutto, mangiati dal 60 per cento della popolazione, anche se in generale le porzioni di frutta e verdura sono limitate: in media circa 250 grammi, contro i 400 grammi consigliati.

Stesso discorso per il consumo di verdura: quello consigliato sarebbe di 200 grammi a pasto, quello effettivo si aggira sui 175 grammi in tutto al giorno.

Ecco allora i consigli dell’Osservatorio nutrizionale Grana Padano.

– consumare legumi il più spesso possibile, almeno due-tre volte la settimana, come alternativa al secondo;

– consumare almeno una porzione di verdura a pasto, se possibile di colore diverso, e preferire le verdure crude e fresche;

– consumare ogni giorno tre frutti, preferibilmente freschi e di stagione, sempre alternando i colori, meglio se con la buccia;

– consumare oli vegetali crudi (soprattutto extra vergine d’oliva) al posto di grassi animali;

– bere un bicchiere di vino al giorno, preferibilmente rosso, e tè.

Potrebbero interessarti anche...