Salute

Mangi fibre e ti senti gonfia? Ecco qualche rimedio

Mangi fibre e ti senti gonfia? Ecco qualche rimedio

Una dieta ricca di fibre aiuta a invecchiare in salute. Quelle solubili e insolubili sono un ‘ingrediente’ fondamentale della nostra alimentazione. Aiutano a farci sentire sazi e sono una fonte per la flora intestinale, a sua volta fondamentale per la salute.

Secondo uno studio pubblicato su The Journal of Gerontology, chi ha un elevato apporto di fibre dalla dieta ha una probabilità quasi doppia (+80%) di invecchiare con successo.

Ma non tutti tollerano il consumo di fibre senza effetti collaterali, come dolori addominali e gonfiore. Chi soffre di colon irritabile sa bene che l’insalata potrebbe non essere la prima alleata in caso di meteorismo.

Non solo, chi ha un microbioma intestinale poco diversificato e debole, pur necessitando delle fibre per la regolarità intestinale, potrebbe sentirsi più infiammato.

Se stai aumentando la fibra nella tua dieta e non ti senti bene, cerca di integrarle con più calma e non in modo esponenziale. Prova a diversificare prima la tua flora batterica, mangiando cibi fermentati o ricorrendo a integratori probiotici.

Perché avvertiamo il gonfiore addominale.

La produzione di gas nell’intestino è un fenomeno fisiologico, in quanto risultato del processo di digestione. Il gas deriva principalmente dall’ingestione di aria durante la deglutizione di cibi e bevande. Ma anche dalla fermentazione di alcuni cibi da parte della flora batterica intestinale.

Normalmente, la maggior parte del gas è assorbita dalle pareti intestinali e rilasciata in circolo nel sangue. Poi viene eliminata dalla bocca, con l’eruttazione, o attraverso l’ano, con il fenomeno della flatulenza.

La situazione entra in tilt quando il gas rimane incastrato lungo il tubo digerente, superando le quantità tollerate da ognuno di noi.

In questo caso, fate attenzione alla vostra alimentazione, evitando fagioli e legumi non decorticati, cereali integrali, frutta zuccherina con buccia. Dimenticate poi i dolci e l’abuso di cibi come pasta, pizza e pane. Foto di peter jung da Pixabay.