Categorie
Salute

Dormire poco? Danneggia attenzione e creatività

Dopo una notte passata a dormire poco o male si può pensare di recuperare la notte dopo, ma non è così. Risparmiare sul sonno e poi pensare di rifarsi con ore e ore a letto può avere effetti negativi sul cervello. A dirlo è uno studio condotto presso la Baylor University di Waco, in Texas, Stati Uniti, che ha evidenziato come il sonno irregolare sia legato ad un peggioramento delle funzioni cognitive, in particolare dell’attenzione e della creatività, nei giovani adulti.

I ricercatori, spiega il Daily Mail, hanno seguito i ritmi del sonno di 28 studenti di interior design e hanno monitorato la loro attività cerebrale durante il sonno.

Sebbene la National Sleep Foundation raccomandi di dormire tra le sette e le nove ore per notte, solo pochissimi volontari dormivano sette ore o di più ogni notte, mentre il 79 per cento del campione dormiva meno di sette ore almeno tre notti ala settimana.

Gli studenti hanno completato dei test cognitivi per la creatività e l’attenzione eseguiti il primo e l’ultimo giorno dello studio, alla stessa ora della giornata.

“Quella che noi chiamiamo creatività è spesso l’abilità delle persone a vedere un legame tra le cose che a prima vista sembra inesistente, e uno dei test riguardava proprio questa abilità”, ha spiegato il co-autore dello studio, dottor Michael Scullin, direttore del Baylor’s Sleep Neuroscience and Cognition Laboratory.

E i test evidenziavano un calo di creatività e di attenzione negli studenti. Più le notti avevano cicli di sonno irregolari, più i risultati dei test erano peggiori.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.