Categorie
Salute

Dolori o dispiaceri, con la schiena dritta si sta meglio

La mamma aveva ragione quando diceva di stare dritti: non è una questione di forma, ma dio sostanza. Del dolore. Con la schiena dritta si sopportano infatti meglio sia i dolori fisici sia quelli emotivi.

Due studi congiunti condotti dalle università di Toronto e della Southern California dimostrano che la posizione eretta abbassa il livello e la percezione del dolore, mentre una posizione dinoccolata la aumenta.

PEr di più, sottolineano i ricercatori, guardare una persona in posizione eretta e decisa può aiutare a percepire le sensazioni dolorose in modo ridotto.

Gli studiosi hanno messo alle caviglie e alle braccia dei volontari il bracciale dello sfigmomanometro (l’apparecchio che misura la pressione): dopo aver testato che la postura fisica aiuta a il singolo soggetto a sopportare meglio la sofferenza fisica, i ricercatori hanno cercato di capire se guardare un’altra persona assumere una certa postura potesse aiutare a sopportare il dolore.

Ai volontari sono state mostrate delle immagini di persone in posizioni differenti. Dai loro commenti è emerso che, quando il ricercatore era seduto con la schiena dritta, i volontari mostravano maggiore resistenza al dolore provocato dallo sfigmomanometro che si gonfiava, mentre quando lo studioso era rilassato e non in posizione eretta la soglia della sopportazione si abbassava.

E la reazione riguarda non soltanto il dolore fisico: gli stessi risultati si ottengono per quanto riguarda la sopportazione della sofferenza emotiva, anche dopo una sofferenza amorosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.