Categorie
Salute

Divieto di fumo nei locali pubblici, anche in Russia è legge

MOSCA – Anche in Russia presto sarà vietato fumare nei locali pubblici. Fino ad ora in tutti i ristoranti e bar c’era una zona per chi fumava e una per chi non fumava, tanto che la prima domanda che si faceva ai clienti appena arrivati era: “Fumatori o non fumatori?”.

Adesso la Duma, la Camera Bassa del Parlamento russo, ha approvato definitivamente una legge che dal prossimo giugno proibisce le sigarette in scuole, università, uffici pubblici (incluso il Parlamento), ospedali, centri culturali e sportivi, nei mezzi di trasporto urbano e suburbano, nella metro, nelle stazioni, nei porti e negli aeroporti (sino a 15 metri dall’ingresso), negli ascensori e nei pianerottoli, nei parchi gioco, nei distributori di benzina.

Dal primo giugno 2014, il divieto sarà esteso ad alberghi, ristoranti, caffè, bar, mercati, siti di commercio, navi e treni a lunga percorrenza. Off limits anche i narghilé molto popolari in Russia.

Sempre da giugno 2014 le sigarette potranno essere vendute solo in grandi negozi, e sarà proibito metterle in mostra: si potrà esporre solo il listino prezzi.

Stretta anche sulla pubblicità su tutti i mass media, internet compreso. Vietate anche la sigaretta elettronica e le gomme da masticare alla nicotina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.