Dieta, perché ti senti triste quando perdi peso

dimagrire-dieta-etichetta

Quando si segue una dieta dimagrante può capitare di essere colpite da sensazioni negative fino a sperimentare tristezza, nervosismo, senso di svenimento. Quando questo accade è un campanello d’allarme. Non stai seguendo il giusto regime dietetico restrittivo. Non a caso ciò capita quasi sempre con una dieta fai da te. Dall’oggi al domani si sceglie di tagliare i carboidrati, senza pensare all’importanza che svolgono in una dieta equilibrata. Questo non significa che possiamo perdere peso mangiando tutto, perché non è vero. Ma testimonia quanto sia importante rivolgersi a uno specialista dell’alimentazione.

Ci sono poi le cosiddette “diete miracolose“, quelle che promettono di far perdere peso in tempi record. Con il mondo dei social il pericolo è diventato ancora più grande perché fioccano pagine che non sono riferibili a persone fisiche ma a soli prodotti. Non bisogna mai dimenticare che i regimi dietetici estremi come le diete proteiche vanno rigorosamente seguite dallo specialista perché hanno tempi e modalità precise e prestabilite. Attenzione anche ai digiuni prolungati, che abbasseranno i livelli di glucosio a livelli minimi, il che rappresenta un rischio per la salute e un disagio assicurato con il quale è impossibile essere di buon umore.

Dimagrire non è una missione impossibile e gli effetti benefici sul fisico sono numerosi, incluso il benessere mentale. Ma gli obiettivi vanno raggiunti in modo equilibrato. Per fare questo è necessario avere una tabella di marcia ovvero la dieta che ci viene prescritta dal dietologo o nutrizionista. Uno delle cause principali di abbandono delle diete è proprio la mancanza di scelta, alternativa quando si apre il frigo. Il primo giorno tutto è facile, magari anche il secondo, ma vi assicuriamo che arrivare fino alla fine della settimana sarà molto complicato. Non dimenticate anche lo sport, fondamentale nella lotta ai chili di troppo.

Potrebbero interessarti anche...