Salute

Dieta contro il Blue Monday: 4 cibi per superarlo

Dieta contro il Blue Monday: 4 cibi per superarlo

ROMA – Superare il Blue Monday con la giusta dieta: il terzo lunedì di gennaio, quest’anno il 20 gennaio, è il giorno più malinconico e triste dell’anno. Le sue origini risalgono ai primi anni 2000, per opera di Cliff Arnall, uno psicologo dell’Università di Cardiff, che lo ha teorizzato mischiando psicologia e matematica. Il Blue Monday è stato calcolato prendendo in considerazione una serie di variabili, tra cui: il meteo, i sensi di colpa, ma soprattutto la difficoltà di riprendere la routine (e la dieta) a pieno regime avendo alle spalle le vacanze di Natale e vedendo quelle estive come lontanissime. Da qualche anno se ne parla moltissimo: c’è chi consiglia come antidoto di fare il back up fotografico ai ricordi, chi va al lavoro con il cane e chi cerca di combatterlo con la giusta dieta, scegliendo i cibi del buonumore. A tal proposito, vediamo proprio 4 alimenti che ci aiutano a combattere il Blue Monday con la dieta.

UOVA: è sbagliato bandire le uova dalla nostra alimentazione soprattutto in questo periodo dell’anno poiché permettono al corpo di assumere vitamina D. Solitamente, il nostro corpo la produce in maniera autonoma grazie all’esposizione ai raggi del sole, ma durante il periodo invernale questi non sono sufficientemente potenti per innescare il meccanismo che porta a produrre vitamina B. Inoltre, anche la vitamina B12, contenuta nelle uova, è fondamentale, poiché ci permette di mantenere un adeguato equilibrio psichico. Gli esperti di alimentazione sono concordi nell’affermare che una dieta equilibrata dovrebbe prevedere due uova a settimana. 

CEREALI INTEGRALI: Sono perfetti per combattere il cattivo umore in quanto stimolano il rilascio di insulina, che ha effetti umorali molto potenti sul cervello. Una piccola fonte di cereali integrali ogni giorno è l’ideale per combattere la depressione invernale.

SPINACI: fonte di ferro, gli spinaci sono fondamentali per mantenere un livello costante di energia nel nostro organismo. La mancanza di ferro infatti è la principale causa che ci fa sentire stanchi e insoddisfatti, anche quando dormiamo le giuste ore di sonno. Anche i folati e la vitamina C aiutano a combattere la perdita di energie.

ACQUA: Uno degli alimenti più bistrattato in inverno (quando tendiamo a bere di meno perché non ne sentiamo il bisogno) eppure uno dei più importanti. Bevendo poco, in inverno potremmo subire una disidratazione più grave di quella che possiamo accusare in estate. E non assumere una adeguata quantità di liquidi può ricondurre a stanchezza e scarsa concentrazione, irritabilità e cattivo umore.