Dieta, meglio quella con pochi grassi o carboidrati? LEGGI

Dieta, 8 cibi che i nutrizionisti non ti consiglierebbero mai

ROMA – Mancano pochi mesi all’estate e questo è il mese giusto per iniziare una dieta. C’è chi deve perdere uno o due chili, chi di più. Il primo consiglio è quello di rivolgersi sempre a uno specialista in grado di indirizzarci correttamente sulle nostre scelte alimentari. Il fai da te non è una buona idea se il rischio è quello di avere ricadute sulla nostra salute.

Uno degli interrogativi più comuni è il seguente: meglio una dieta a basso contenuto di grassi o di carboidrati? La questione è annosa, ma una risposta univoca non c’è. Nessuno dei due regimi alimentari è superiore, la perdita di peso è uguale. In ogni caso sembra essere vincente un approccio il più possibile personalizzato. A evidenziarlo è uno studio della Stanford University School of Medicine, pubblicato sulla rivista Jama.

Gli studiosi hanno preso in esame 609 partecipanti di età compresa tra i 18 e i 50 anni, divisi quasi esattamente a metà tra uomini e donne. A ciascuno è stato assegnato in maniera casuale un regime dietetico a basso contenuto di carboidrati o di grassi, chiedendo loro di mantenerlo per un anno intero. I partecipanti allo studio sono stati sottoposti a un sequenziamento del genoma, alla misurazione dei livelli di insulina e ad alcuni è stato chiesto di abbassare leggermente il livello di grassi e ad altri di carboidrati, per poi ripristinarlo.

Alla fine dei dodici mesi i ricercatori hanno tracciato i progressi di ciascuna delle persone coinvolte nello studio, scoprendo che nei due diversi gruppi la perdita di peso ammontava complessivamente a circa sei chili. Ma con grandi differenze tra un partecipante e l’altro, tanto che gli studiosi ora sono impegnati a indagare, a partire dal microbioma (cioè i microrganismi che compongono l’intestino) cosa porti a perdite di peso individuali così diverse. (Ansa).

Potrebbero interessarti anche...