Categorie
Salute

Dieta anti crisi per anziani: legumi, uova e ortaggi di stagione

ROMA – Fette biscottate e latte a colazione, e poi carne bianca, legumi o uova con un po’ di verdura di stagione a pranzo e a cena: così, con cinque euro al giorno, gli anziani (ma non solo loro) possono nutrirsi in salute senza spendere troppo.

La “dieta anti crisi” arriva dalla Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, la Sigg. L’associazione l’ha dovuta stilare visti i tempi difficili soprattutto per i pensionati, o per chi non ha nemmeno una pensione degna di questo nome. In Italia, infatti, ben due over 65 su tre non mangiano a sufficienza per mancanza di soldi, e circa un milione di loro sono a rischio malnutrizione. 

Queste difficoltà a nutrirsi adeguatamente aumentano del 25% la probabilità di un ricovero in ospedale e accrescono la mortalità. Ma per i medici è possibile mangiare bene spendendo da un minimo di 1,62 euro a un massimo di 5,20 euro al giorno: anche i pensionati con la “minima” possono perciò garantirsi una dieta equilibrata spendendo da meno di 50 euro al mese fino a poco più di 150 euro. Una sorta di ritorno alle origini, scegliendo i prodotti di stagione.

Verdure e frutta di stagione, carni bianche (come pollo e tacchino), uova, pesce azzurro (come alici e sgombri) e legumi (come lenticchie, ceci e fagioli) sono i cibi che costano poco e aiutano gli anziani a rimanere in salute, garantendo le 1.500 calorie quotidiane necessarie alle persone di oltre 70 anni senza spendere troppo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.