Dieta, ananas non brucia i grassi: mito sfatato

ananas-dieta-non-brucia-grassi

L’ananas può essere incluso in una dieta ipocalorica ma non per questo brucia i grassi, così come è stato spesso sentito dire. A sottolinearlo è un articolo del sito Il Fatto Alimentare, che cita a sua volta il sito dell’Istituto Superiore di Sanità.

L’ananas, uno dei frutti più amati durante la stagione estiva, è ricco d’acqua (solo la polpa ne contiene più dell’80%), ha pochissime calorie (solo 57 per 100 grammi) e numerose proprietà nutrizionali. E’ un alimento particolarmente ricco di calcio, potassio, fosforo e vitamine A e C e polifenoli).

Quanto alla presunta capacità di bruciare i grassi, non c’è nulla di concreto in questa credenza comune. “Il falso mito deriva dal fatto che l’ananas contiene una sostanza, chiamata bromelina, in grado di rompere le molecole proteiche (attività proteolitica) degli alimenti rendendole più digeribili, ma che non ha alcuna attività sui grassi”, si legge sul sito dell’Iss

Poi ancora: “Diversi studi clinici hanno mostrato gli effetti antiedematoso (riduzione della ritenzione di liquidi), anti-infiammatorio e anti-trombotico della bromelina“. A questo bisogna aggiungere che il contenuto maggiore di bromelina si trova più nel gambo che nella polpa. Ciò spiega perché gli integratori alimentari che si trovano in farmacia sono un concentrato di enzima estratto dal gambo fresco. In altre parole è ottimo contro la ritenzione dei liquidi ma nulla di più.

In generale, per combattere la ritenzione idrica il modo migliore è mangiare cibi poco conditi e optare per frutta e verdura. Quello che molte ignorano è che lo stress è nemico non solo della salute, ma anche di glutei e gambe, incrementando la cellulite a causa del cortisolo. Per combatterlo è utile l’integrazione con teanina, whitania e melatonina ma anche le mandorle ricche di magnesio, per rilassarsi. Anche lo yoga è un’ottima arma per contribuire a contrastare l’ansia, una delle grandi nemiche della dieta.

 

Potrebbero interessarti anche...