Categorie
Salute

Diabete, il metodo naturale per ridurre l’assunzione di zucchero

ROMA – Quando si combatte contro il diabete è molto importante controllare che i livelli di glicemia siano sempre ottimali. Attività fisica regolare e una alimentazione sana ed equilibrata rappresentano un valido aiuto per tenere a bada i livelli di glicemia, tuttavia esiste un metodo semplicissimo e naturale che, secondo alcuni studi, aiuta a ridurre l’assunzione di zucchero. Nello specifico, lo studio rileva che semplicemente aumentando il consumo di acqua potabile è possibile controllare il peso e ridurre l’assunzione di zucchero, sodio e grassi saturi.

Sulla base del fatto che circa due terzi del nostro corpo è costituito da acqua, può sembrare ovvio che bere sia importante per la nostra salute. Ma ora sembra che abbia un ruolo chiave anche per il controllo dell’assunzione di zuccheri e, quindi, può costituire un aiuto quando si soffre di diabete. Lo studio, pubblicato sul Journal of Human Nutrition and Dietetics, è stato guidato dal Prof. Ruopeng An, dell’Università dell’Illinois. I ricercatori hanno preso in esame un campione rappresentativo a livello nazionale di oltre 18.300 adulti negli Stati Uniti, a cui è stato chiesto di prendere nota delle proprie abitudini alimentari e sulla quantità di acqua bevuta per due giorni, con cadenza di 3 e poi 10 giorni di distanza. L’assunzione di liquidi  dei partecipanti comprendeva anche caffè, tisane e tè nero (tutti non zuccherati). I ricercatori hanno quindi calcolato l’ammontare complessivo di acqua naturale derivante dal consumo del liquido complessivamente assunto dai partecipanti allo studio. E’ emerso che, di media, i partecipanti allo studio hanno consumato circa 4,2 bicchieri di acqua naturale, che rappresentano poco più del 30% del loro consumo totale di acqua. L’apporto calorico medio per ogni partecipante era di 2.157 calorie, che includevano 125 calorie da bevande zuccherate e 432 calorie da cibi come dessert, dolci, snack e altri alimenti che non essenziali. I risultati dello studio hanno suggerito che semplicemente aumentando il consumo di acqua naturale da uno a tre bicchieri al giorno, riduceva l’apporto energetico totale di 68-205 calorie al giorno e l’assunzione di sodio di 78-235 g al giorno.

Ai fini dello studio, “acqua semplice” è stata definita come l’acqua di un rubinetto, di una fontanella o di una bottiglia. Ulteriori risultati hanno mostrato che le persone che hanno aumentato il consumo di acqua hanno consumato anche 5-18 g di zucchero in meno e 7-21 g di colesterolo in meno . Per questo motivo, sembra che bere più acqua semplice possa essere un aiuto per chi soffre di diabete e, in generale, per chi ha necessità di assumere meno zucchero.

Il team che si è occupato dello studio ha sottolineato che gli effetti dell’acqua sul corpo umano sono stati simili in tutti gli individui e non ci sono state differenze a seconda di razza, etnia, livello di istruzione, livello di reddito e stato di peso corporeo, tuttavia erano maggiori tra i maschi rispetto alle femmine e tra gli adulti giovani o di mezza età rispetto agli adulti più anziani.

I ricercatori hanno concluso lo studio osservando che “promuovere l’assunzione di acqua pura potrebbe essere un’utile strategia di sanità pubblica per ridurre il consumo di grassi, zucchero e calorie negli adulti.