Diabete, l’alimento che tiene a bada la glicemia in modo naturale

diabete-ridurre-rischi

ROMA – Quando si ha a che fare con il diabete è fondamentale tenere sotto controllo la propria alimentazione. Le linee guida raccomandano di fare attenzione a individuare il contenuto di carboidrati durante ogni pasto per riuscire a tenere sotto controllo gli zuccheri nel sangue. Per chi ha il diabete è infatti molto importante controllare la glicemia prima e dopo il pasto ed esistono alcuni cibi che, più di altri, ci aiutano in questo senso. A tal proposito, sembra che il latte sia uno degli alimenti più efficaci per controllare gli zuccheri nel sangue.

Un’ampia meta-analisi condotta da Angel Gil, dell’Università di Granada, e da Rosa Ortega, dell’Università Complutense di Madrid, ha preso in considerazione 14 articoli scientifici precedentemente pubblicati sull’argomento. La revisione, pubblicata sulla rivista Advances in Nutrition, ha mostrato come le sostanze nutritive presenti in latte e latticini quali proteine, vitamine e sali minerali svolgono un’importante azione protettiva nei confronti del nostro organismo. Nello specifico, in merito al diabete di tipo 2 lo studio ha evidenziato come il consumo di yogurt e latticini magri aiuti a prevenirlo e a tenere sotto controllo la glicemia. Questo perché le caratteristiche nutritive di latte e latticini magri hanno mostrato di essere in grado di contrastare la sindrome metabolica, che è caratterizzata da una serie di fattori di rischio (insulino-resistenza, aumento della pressione sanguigna, dislipidemia e obesità addominale) che possono portare all’insorgenza del diabete.

Altri studi in passato hanno dimostrato che il latte costituisce un alleato contro il diabete. Nel 2016 uno studio curato dal cardiologo ed epidemiologo statunitense Dariush Mozaffarian, della Harvard School of Public Healt ha osservato un campione di oltre 3mila pazienti per 15 anni, analizzando a più riprese la presenza nel loro sangue di tre acidi grassi derivati da latte e derivati. Attraverso queste analisi l’équipe di ricercatori del professore ha scoperto che le persone con elevati livelli di questi acidi grassi nel sangue, quindi abituali consumatori di latte vaccino intero e dei suoi derivati, avevano un rischio di andare incontro a diabete di tipo 2 nel 46% in meno dei casi rispetto agli altri, cioè rispetto ai consumatori di latte scremato o parzialmente scremato.

Potrebbero interessarti anche...