Diabete, 5 cibi da evitare per tenere sotto controllo la glicemia

Colesterolo e diabete, dieta ricca di proteine animali ne aumenta il rischio

ROMA – Quando si ha il diabete di tipo 2, il nostro organismo non è più in grado di regolare i valori dell’insulina, un ormone che il nostro organismo utilizza per ricavare energia dai carboidrati presenti nei cibi. Regolando la quantità di glucosio nel sangue e il suo utilizzo da parte delle cellule, evita anche il verificarsi del fenomeno della glicemia alta caratteristico del diabete. In un organismo sano, c’è un equilibrio tra zucchero nel sangue e insulina. Esistono tuttavia alcuni casi in cui questo ormone non funziona come dovrebbe, costringendo il corpo a produrne una quantità eccessiva. Questo è noto come resistenza all’insulina.

Numerosi studi, negli anni, hanno dimostrato che scelte alimentari corrette possono ridurre il rischio di sviluppare molte malattie tra cui proprio il diabete. Chi è diabetico sa bene quali sono i migliori cibi per gestire la malattia. Gli alimenti che includono carboidrati complessi come riso integrale, grano integrale, quinoa, farina d’avena, frutta, verdura, fagioli e lenticchie sono tutti raccomandati per gestire i livelli di zucchero nel sangue. Non sempre però si è consapevoli di quali siano i cibi da evitare. Nello specifico, esistono 5 tipi di cibi che andrebbero evitati o quantomeno limitati in quanto possono aumentare i livelli di zucchero nel sangue.

Grassi trans: i grassi trans vengono realizzati aggiungendo idrogeno agli acidi grassi insaturi per renderli più stabili. Sono davvero poco salutari e sono collegati ad un aumento dell’infiammazione, dell’insulino-resistenza e del grasso sulla pancia. In uno studio del 2013, è risultato che gli acidi grassi trans hanno un forte impatto sulla sindrome metabolica, il diabete e le malattie coronariche.

Bevande zuccherate: sembra banale ma non è scontato, le bevande zuccherate rappresentano la scelta peggiore per chi soffre di diabete di tipo 2. In uno studio pubblicato su The BMJ, sono state analizzate le bevande zuccherate e ha concluso che queste aumentano un rischio maggiore di diabete di tipo 2 rispetto alla maggior parte degli altri alimenti contenenti zucchero a causa del loro effetto sui livelli di glucosio nel sangue. Meglio evitarle.

Pane, pasta e riso bianchi: molti studi hanno dimostrato che questi alimenti aumentano significativamente i livelli di zucchero nel sangue nei diabetici. Uno studio del 2003 ha esaminato i pasti contenenti un alto contenuto di carboidrati e in che modo questi non solo aumentavano i livelli di zucchero nel sangue, ma riducevano anche la funzione cerebrale negli individui con diabete di tipo 2. La scelta di pasta, pane e riso integrale è preferibile in quanto questi alimenti a basso indice glicemico non creano picchi di glicemia.

Snack confezionati: alimenti come salatini, crackers e altri cibi confezionati non sono buone scelte per i diabetici di tipo 2. Questi alimenti sono spesso preparati con farina raffinata e forniscono pochissimi nutrienti. Attenzione poi perché in uno studio del 2013, le etichette nutrizionali trovate su alcuni snack contenevano più carboidrati di quelli indicati sull’etichetta nutrizionale. Si tratta in genere di alimenti altamente trasformati che aumentano i livelli di zucchero nel sangue.

Cereali per la colazione: mangiare cereali a colazione di per sé non è sbagliato, il problema è che la maggior parte dei cereali per la colazione non è naturale al 100% ma sono ricchi di zuccheri aggiunti, che vanno ad innalzare la glicemia. Alcuni cereali che possono apparire sani non sono sempre una buona scelta perché possono contenere elevate quantità di zuccheri aggiunti. Per questo motivo, cereali sì ma a patto di leggere bene le etichette e scegliere solo ed esclusivamente quelli naturali al 100% e senza aggiunta di alcun tipo di zucchero. Impresa ardua, lo sappiamo.

Potrebbero interessarti anche...