Categorie
Salute

Diabete, come abbassare i livelli di insulina

ROMA – L’insulina è un ormone che il nostro organismo utilizza per ricavare energia dai carboidrati presenti nei cibi. Senza l’insulina, i livelli di zucchero nel sangue di una persona si accumulerebbero troppo, causando danni all’organismo anche gravi. Regolando la quantità di glucosio nel sangue e il suo utilizzo da parte delle cellule, evita anche il verificarsi del fenomeno della glicemia alta caratteristico del diabete. In un organismo sano, c’è un equilibrio tra zucchero nel sangue e insulina. Esistono tuttavia alcuni casi in cui l’insulina non funziona come dovrebbe, costringendo il corpo a produrre una quantità eccessiva di insulina. Questo è noto come resistenza all’insulina, che è una caratteristica primaria del diabete di tipo 2. Per questo motivo tenere sotto controllo l’insulina quando si ha il diabete è molto importante. Adottare uno stile di vita attivo e una alimentazione sana ed equilibrata sono i primi step da seguire per mantenere in salute una buona resistenza all’insulina. Tuttavia, vediamo alcuni modi naturali efficaci per tenerla a bada.

Mangiare cibi che mantengono bassi i livelli di zucchero nel sangue, che spesso coincidono con quelli che riescono a mantenere bassi anche i livelli di insulina. Alcuni alimenti sono noti per mantenere un bisogno più lento e costante di insulina invece di causare picchi improvvisi. Questi sono noti come alimenti a basso indice glicemico. The Diabetes Council raccomanda di mangiare i seguenti alimenti per mantenere bassi i livelli di insulina e glicemia: avocado, banana, mirtillo, cannella, aglio, miele, fiocchi d’avena, aceto, yogurt senza zuccheri aggiunti.

Evitare cibi che causano picchi di insulina: Questi includono alimenti ad alto contenuto di zucchero come dolciumi, caramelle e bevande gassate o energetiche.

Seguire una dieta a basso contenuto di carboidrati: secondo un articolo della rivista Diabesity, adottare una dieta a basso contenuto di carboidrati può aiutare a ridurre i livelli di insulina, nonché favorire la perdita di peso e abbassare la pressione sanguigna. Ci sono diversi tipi di diete a basso contenuto di carboidrati a seconda di quanti se ne vpuò consumare. Tra le più comuni ci sono l’Atkins, la South Beach ma soprattutto la dieta mediterranea, che favorisce i carboidrati ricchi di fibre, come i legumi, ma anche frutta, verdura, noci, olio d’oliva e pesce.

Evitare carboidrati raffinati: I carboidrati raffinati costituiscono spesso una parte consistente della dieta di molte persone. Non vanno eliminati dalla dieta ma semplicemente scelti con accuratezza. I carboidrati raffinati hanno un alto indice glicemico. L’indice glicemico (IG) è una scala che misura la velocità che uno specifico alimento ha nell’aumentare la concentrazione di glucosio nel flusso sanguigno. Per questo motivo sarebbe meglio scegliere cereali integrali.

Esercizio fisico moderato e costante: sembra banale ma non è scontato: adottare uno stile di vita attivo e perdere peso può aiutare ad abbassare i livelli di insulina. Abituarsi a praticare attività fisica ogni giorno è cosa buona per la nostra salute. Abituarsi a praticare 1 ora di sport tutti i giorni può essere molto utile. L’esercizio può includere camminata veloce, una lezione in palestra, andare in bicicletta o praticare qualsiasi attività fisica aerobica. Altro consiglio: secondo un altro articolo della rivista Diabesity , l’allenamento di resistenza migliora la massa muscolare, il che aumenta la quantità di glucosio utilizzato e fa funzionare l’insulina in modo più efficiente.

Perdere peso: se si è in sovrappeso, perdere peso può probabilmente aiutarli a ridurre i livelli di insulina. Questo perché l’eccesso di peso e il grasso corporeo sono associati all’insulino-resistenza e quindi a un aumento del livello di insulina. Il legame tra il grasso corporeo e l’eccessiva insulina è il motivo per cui molti medici raccomandano che le donne con sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) perdano peso. Questa sindrome induce una donna a produrre quantità eccessive di ormoni “maschili” noti come androgeni e quantità eccessive di insulina. Perdere peso non è facile per le donne con PCOS, né è facile per chiunque abbia una condizione correlata agli ormoni. Tuttavia, alcuni cambiamenti nello stile di vita possono rendere possibile la perdita di peso.