Diabete, 2 azioni quotidiane per contrastarlo

diabete-come-sconfiggero

Il diabete di tipo 2 potrebbe essere ridotto apportando alcuni cambiamenti nello stile di vita. Per esempio ridurre lo zucchero nel sangue con una dieta sana. Ma anche svolgere regolarmente attività fisica nella routine quotidiana. Questo non significa che ciò basti a contrastare la patologia senza l’aiuto del medico, che è invece fondamentale, la voce più autorevole nella lotta alla malattia.

Il diabete è una condizione comune che colpisce milioni persone. Si è abbassata l’asticella dell’età di insorgenza di questa malattia che ha ormai raggiunto livelli epidemici anche in Italia, tanto che in 10 anni i giovani tra 20 e 30 anni colpiti sono aumentati del 50% toccando quota 150.000. E’ dunque la generazione computerizzata 2.0 – quella nella fascia d’età tra 19 e 30 anni – a rappresentare la nuova emergenza numerica dello ‘tsunami diabete’ e sul banco degli imputati, responsabili dell’allarmante aumento dei casi, finiscono innanzitutto cattivi stili di vita alimentari e inattività fisica.

Potresti ridurre il rischio di sintomi del diabete semplicemente andando a fare una camminata veloce, che può aiutare a controllare meglio i livelli di zucchero nel sangue, secondo il sito web Diabetes.co.uk, citato da ExpressUk. È un tipo di attività aerobica che potrebbe anche ridurre il rischio di malattie cardiovascolari dei pazienti. Muovendo i muscoli aumenta la quantità di zucchero che il corpo usa, permettendo di abbassare i livelli di zucchero nel sangue.

“Attività aerobica a intensità moderata fondamentalmente significa esercitare a un livello che aumenta la frequenza cardiaca e ti fa sudare. Questo include una moltitudine di sport. Ad esempio, camminata veloce, andare in bicicletta e aerobica in acqua”, si legge sul sito.

Anche eseguire alcune faccende domestiche come pulire la casa possono rappresentare una forma di esercizio. Passare la scopa o lo straccio, spolverare o mettere a posto. Tutti dovrebbero farne almeno 150 minuti con intensità moderata ogni settimana, ha dichiarato il NHS, il sistema sanitario nazionale in vigore nel Regno Unito.

Potrebbero interessarti anche...