Dal diabete al colesterolo, 7 benefici del tè rooibos

Dieta, rimedi naturali: Rhodiola, la pianta che aiuta a dimagrire

ROMA – Il tè Rooibos (pronunciato roybos) è una tisana rossa che proviene dalle foglie fermentate dell’Aspalathus linearis, una pianta originaria del Sudafrica, le cui proprietà benefiche aiutano a contrastare diverse malattie e fattori di rischio come diabete o colesterolo alto. Può essere una alternativa valida e più delicata al tè verde o nero. È anche disponibile il tè verde rooibos non fermentato. Il tè Rooibos ha un sapore dolce, delicato e terroso. Contiene diversi antiossidanti, sostanze benefiche per la nostra salute. Il tè rooibos è un toccasana per il nostro organismo e diversi studi hanno dimostrato che le sue qualità aiutano a contrastare diverse malattie. Sulla base degli studi esistenti, i benefici di questo tè riscontrati sulla salute includono:

Ricco di antiossidanti: il tè Rooibos contiene diversi antiossidanti, con la varietà verde che contiene livelli più alti rispetto al rosso. Alcuni degli antiossidanti più importanti nel tè sono la quercetina e l’aspalatina. Gli antiossidanti sono importanti per la salute perché impediscono ai radicali liberi di danneggiare le cellule del corpo. Studi sull’uomo hanno scoperto che il consumo di tè rooibos aumenta i livelli di antiossidanti nel corpo, tuttavia è bene specificare che, sempre secondo i risultati, gli effetti sono piccoli e si esauriscono rapidamente.

Migliora il colesterolo: gli antiossidanti sono importanti per un cuore sano, motivo per cui il tè Rooibos può fornire benefici cardiovascolari. Sembra inoltre che sia anche in grado di tenere sotto controllo i livelli di colesterolo. In uno studio del 2011, 40 persone a rischio di malattie cardiovascolari hanno bevuto 6 tazze di tè rooibos al giorno per 6 settimane. Alla fine di questo periodo, i partecipanti avevano significativamente ridotto la lipoproteina a bassa densità, ovvero il colesterolo buono, e avevano aumentato significativamente i livelli di lipoproteine ad alta densità, ovvero il colesterolo buono. Il tè Rooibos è anche in grado di migliorare la salute del cuore inibendo l’enzima di conversione dell’angiotensina (ACE), che aumenta la pressione sanguigna. Un piccolo studio ha suggerito che il tè rooibos inibisce l’attività di ACE 30-60 minuti dopo il consumo.

Gestione del diabete: il tè Rooibos può aiutare le persone con diabete a tenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue e quindi a ridurre il rischio di complicanze. La ricerca sugli animali ha scoperto che l’aspalatina antiossidante, presente nel tè Rooibos, ha un potenziale antidiabetico. L’aspalatina può anche aiutare le persone con diabete a ridurre il rischio di infiammazione vascolare e aterosclerosi. Questi sono entrambi fattori che giocano un ruolo chiave nello sviluppo dei problemi cardiaci. La ricerca suggerisce che l’aspalatina aiuta a sopprimere l’infiammazione vascolare che deriva da alti livelli di zucchero nel sangue. Ci sono bassi livelli di aspalatina nel tè rosso di rooibos, mentre è più abbondante nel tè verde non fermentato.

Senza caffeina: il tè Rooibos è privo di caffeina, per questo può essere una buona scelta per chi vuole evitare di assumerla, per le donne incinte e per i bambini. Se è vero che la caffeina può avere alcuni effetti benefici per la salute, non tutti possono consumarla. Può interferire con il sonno, peggiorare l’ ansia e causare effetti indesiderati come nervosismo e palpitazioni. La caffeina è presente nel tè nero, nel tè verde e nel caffè . Il tè Rooibos è una buona alternativa per le persone che vorrebbero ridurre l’assunzione di caffeina o evitarla completamente.

Basso contenuto di tannini: il tè rosso di rooibos contiene livelli molto bassi di tannini. I tannini sono composti presenti in natura in molti alimenti vegetali, tra cui il tè nero, il tè verde e il vino rosso. I tannini interferiscono con l’assorbimento del ferro da parte del corpo, in particolare il ferro non ematico, che è la forma che deriva dai cibi a base vegetale. Secondo i risultati di uno studio del 2013, bere 6 tazze di tè al rooibos ogni giorno per 6 settimane non ha influito negativamente sullo stato di ferro dei partecipanti.

Gestione del peso: il tè Rooibos è privo di calorie, quindi risulta un’ottima bevanda da sorseggiare per chi è a dieta con l’obiettivo di perdere peso. Secondo i risultati di uno studio del 2014 , il tè rooibos favorisce la gestione del peso aumentando i livelli di leptina, un ormone che aiuta a regolarizzare l’assunzione di cibo migliorando il senso di sazietà.

Potrebbero interessarti anche...