Categorie
Salute

Diabete, camminata e sport “light” meglio di quello intenso

In caso di diabete di tipo 2 (quello alimentare) seguire un regime di esercizi fisici leggeri come camminate ha effetti migliori sulla glicemia rispetto ad allenamenti più intensi. E’ quanto rivela uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Maastricht.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Diabetologia, è stato condotto su 19 adulti (13 uomini e 6 donne) con un’eta media di 63 anni, malati di diabete in media da sei e con un indice di massa corporea medio di 30,5, corrispondente ad una obesità moderata.

I partecipanti sono stati divisi random in tre diversi gruppi: il primo doveva fare un’ora al giorno di camminata e una di attività in piedi, passandone poi altre quattordici seduto. Il secondo aveva la stessa scansione del primo ma un’ora da seduti era sostituita da un’ora di esercizio su una cyclette.

Nell’ultimo gruppo, denominato ‘sit less’, cinque ore da seduti venivano sostituite da tre ore in piedi e due di passeggiata, con i partecipanti che erano inoltre incoraggiati ad alzarsi comunque ogni 30 minuti per fare un po’ di movimento.

I regimi sono stati testati per quattro giorni consecutivi, con il glucosio monitorato in continuo e prelievi di sangue ogni mattina per tutti i partecipanti. “Lo studio – scrivono gli autori – ha dimostrato che il regime ‘sit less’ porta a miglioramenti significativi della sensibilità all’insulina, dei livelli medi di glucosio, della variabilità del tasso di glucosio nel sangue e nell’iperglicemia. Per quasi tutte le variabili sono stati notati effetti positivi anche per il regime con esercizi ‘tradizionali’, ma minori rispetto all’altro approccio”.

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.